Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
891011 1213 14
151617 181920 21
22232425262728
293031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Ocse, in Italia serve tassa patrimoniale contro disguaglianze sociali


Dopo la crisi economica dell'ultimo decennio, l'Italia è uno dei Paesi (insieme a Regno Unito, Usa e Paesi Bassi) in cui la disuguaglianza sociale è più aumentata e dove la concentrazione di ricchezza verso l'alto è diventata più evidente. A riportare il dato è l’Ocse, che nel rapporto 'The Role and Design of net wealth taxes' spiega anche che tra le soluzioni per assottigliare rapidamente questi divari  che uno dei modi per ridurre più velocemente i divari di ricchezza è l'imposizione della tassa patrimoniale.

L'Ocse ha esaminato l'utilizzo della patrimoniale nei quattro Paesi membri in cui è applicata (contro i 12 del 1990)  e ha rilevato che la necessità di adottare "una tassa sulla ricchezza netta" è minima nei Paesi dove sono applicate su larga scala le tasse sui redditi e sui capitali personali e dove le tasse di successione sono ben disegnate, mentre potrebbe funzionare dove la tassa di successione non esiste e dove le imposte sui redditi sono particolarmente basse.

L’organizzazione, inoltre, sottolinea che alcuni Paesi hanno mostrato interesse per imposte sul reddito come un modo per aumentare le entrate e affrontare le disuguaglianze nella distribuzione delle ricchezze.

“Da tempo la Cgil avanza la proposta di inserire una tassazione sui patrimoni per affrontare quella che ormai è diventata un’emergenza sociale: il divario sempre crescente tra ricchi e poveri”. Così Cristian Perniciano, responsabile delle politiche fiscali della Cgil nazionale, commenta i dati Ocse. “L’Italia - sottolinea il dirigente sindacale - è tra i Paesi europei in cui le disuguaglianze sono più acute” ed è per questo che il sindacato ritiene indispensabile “un intervento che tassi le grandi ricchezze per ripristinare l’equità fiscale nel nostro Paese”.

“Dall'imposizione della tassa patrimoniale - conclude Perniciano - si ricaverebbero importanti risorse che potrebbero essere investite nel finanziamento di un Piano straordinario di creazione di occupazione, in particolare giovanile, e favorire così la riduzione delle disuguaglianze”.


13 Aprile 2018
Powered by Adon