Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
456 78 910
11121314151617
181920212223 24
2526272829 3031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

BANCHE

Masi, stipendi manager ancora troppo alti

Argomento: Credito

"Nonostante la crisi finanziaria ed economica, e il conseguente calo degli utili delle aziende, non vi è stata alcuna riduzione dei compensi milionari dei manager, in particolare di quelli bancari". A sottolinearlo è il segretario generale della Uilca, Massimo Masi. A suo avviso, l'aumento dei compensi ai manager è in contraddizione con la situazione attuale delle aziende di credito che "continuano a lamentare forti criticità rispetto alla possibilità di raggiungere bilanci positivi, a sottolineare la crescita delle sofferenze sui crediti, a evidenziare il calo della produttività e a richiamare la necessità di contenere ulteriormente i costi". "In mezzo a queste contraddizioni, prosegue il sindacalista, ci sono i lavoratori che pagano il prezzo più alto di questa crisi, in termini economici e di condizioni lavorative". Masi ricorda il contributo dato negli ultimi anni dal sindacato e dalla Uilca in particolare, nel diminuire i costi, anche del lavoro, favorendo i processi che hanno consentito alle banche italiane di rafforzarsi e raggiungere gli attuali livelli di solidità. La Uilca chiede che ora ci sia, in merito alle retribuzioni sui manager, "massima chiarezza" e "siano posti in essere strumenti di contenimento, affinché si persegua la strada dello "sviluppo sostenibile e di un'equa distribuzione della ricchezza". Intanto continua lo studio dell'Ufficio studi della Uilca sulla raccolta e il confronto con gli anni passati sugli stipendi dei manager bancari, argomento che sarà discusso anche nel corso della Direzione Nazionale della Uilca, convocata per il 19 e 20 aprile. (FRN)

 

 

 


13 Aprile 2010
Powered by Adon