Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8 9 10 111213 14
15 1617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ENERGIE RINNOVABILI

Fim Cisl, riduzione incentivi sia graduale, non drastica

Argomento: Cisl, Energia, Metalmeccanici

La Fim Cisl esprime "un netto e totale disappunto "rispetto alle ipotesi attribuite al ministro Paolo Romani per quanto dovrebbe contenere  il Decreto di recepimento della Direttiva europea 2009/28/CE che determinerebbe perentoriamente un tetto allo sviluppo delle energie rinnovabili e una drastica riduzione degli incentivi.

"Sarebbe molto grave - sostiene il segretario nazionale Marco Bentivogli, responsabile Ambiente e Energia del settore metalmeccanico - se il decreto legislativo del governo mettesse in discussione il ruolo e  lo sviluppo della nascente industria nazionale delle energie rinnovabili che può contare complessivamente su oltre 100.000 addetti, compresi molti giovani laureati, nella progettazione e autorizzazione degli impianti, oltre alla produzione di apparati e nelle installazioni.  In un momento di crisi industriale del manifatturiero nel paese, non possiamo gelare l'occupazione in crescita delle rinnovabili."

"Riteniamo ragionevole - continua - la graduale riduzione degli incentivi, importanti e significativi nel nostro paese, ma  non è accettabile  passare alla loro drastica riduzione. Addirittura in alcuni settori come l'eolico c'è anche  la previsione di retroattività".

La Fim Cisl  - conclude Bentivogli - chiede al ministro di convocare le imprese e il sindacato , come già più volte richiesto anche dalla Cisl, per aprire  un tavolo di concertazione capace di unire la graduale riduzione degli incentivi alla garanzia della continuità e crescita delle attività industriali del settore delle energie rinnovabili". (FRN)

 


02 Marzo 2011
Powered by Adon