Il progetto artistico nasce allo scopo di diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro attraverso il teatro e sensibilizzare il pubblico Sindacati presentano progetto “Giorni rubati”

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345
67891011 12
13141516171819
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

EDILIZIA

Sindacati presentano progetto “Giorni rubati”

Argomento: Cgil, Cisl, Edili, Uil

Si è tenuta oggi la conferenza stampa per la presentazione ufficiale dello spettacolo 'Giorni Rubati', realizzato dalla compagnia Rossolevante, che porterà in scena dal 9 al 14 maggio nei teatri e nei luoghi di cultura, in giro per Roma, il progetto artistico allo scopo di diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro attraverso il teatro e sensibilizzare il pubblico, anche quello più giovane, alla tematica.
L'iniziativa è promossa e sostenuta dall'Assessorato alle Politiche Culturali e dalla Presidenza del Consiglio della Provincia di Roma, dall'Inail Direzione Regionale Lazio, dall'Anmil e dai sindacati dell'edilizia in collaborazione con il Teatro di Roma.
"Come sindacati nazionali dell'edilizia e dei materiali da costruzione, - scrivono nella nota Feneal-Uil, Filca-Cisl e Fillea-Cgil - riteniamo che tra i nostri compiti fondamentali ci siano l'impegno per diffondere una cultura della sicurezza e per affermare e difendere i diritti dei lavoratori, a partire dal diritto alla salute. La nostra convinzione è che la drammatica catena di infortuni e incidenti mortali si possa spezzare attraverso regole, controlli e formazione."
Per i sindacati "occorre fare di più per diffondere la conoscenza e la consapevolezza del rischio, ma al tempo stesso occorre rafforzare le regole e i controlli per impedire alle imprese di competere nel mercato attraverso l'abbattimento dei costi del lavoro, cioè salario diritti e sicurezza, che ha come conseguenza inevitabile la riduzione della qualità e delle condizioni del lavoro, con l'assunzione delle singole responsabilità da parte di tutti i soggetti interessati".
"Oltre all'impegno tradizionale sul territorio, grazie anche all'utilizzo degli enti bilaterali, - sostengono - il sindacato è impegnato in un'opera di sensibilizzazione dei giovani lavoratori: grazie alla nostra azione, per esempio, dal gennaio del 2009 è partito il progetto 16 ore, il percorso formativo prima dell'ingresso in cantiere per i neo assunti. L'iniziativa, introdotta dal contratto dell'edilizia del 2008 e confermata dal contratto rinnovato nel 2010, ha permesso la formazione e la sensibilizzazione di decine di migliaia di giovani in tutta Italia sul tema della sicurezza."
"Ma sono anche - proseguono - incessanti il lavoro e la partecipazione degli operatori sindacali territoriali e delle figure di rappresentanza della sicurezza, come gli Rls e gli Rlst, che sono impegnati sul fronte della sicurezza direttamente sui luoghi di lavoro. La sicurezza, dunque, diventa tema centrale nella nostra lotta civile per la difesa dei diritti di tutti i lavoratori che si contrappone all'illegalità, alla mancanza di trasparenza negli affidamenti degli appalti, al ricorso al massimo ribasso, all'utilizzo improprio di mano d'opera e all'assenza di controlli efficaci da parte dello Stato". Il nostro sostegno al progetto "Giorni rubati", concludono, "va proprio in questa direzione: siamo certi che ogni forma d'arte, e quindi anche il teatro, soprattutto quando sono rivolti ad un pubblico giovane, costituiscono uno strumento prezioso ed efficace di diffusione della cultura della prevenzione". (LF)


04 Maggio 2011
Powered by Adon