Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2345 6
7 8910 1112 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

FUNZIONE PUBBLICA

Cisl, servono interventi legge per madri prematuri

Argomento: Cisl, Pubblico impiego

Ampliare l'astensione obbligatoria di maternità spostando la decorrenza alla data di dimissione del piccolo, allungare il periodo di allattamento a 24 mesi e prevedere permessi retribuiti fino al quarto anno di vita del bambino. Sono le proposte della Cisl Funzione Pubblica, illustrate in un convegno a Torino al quale hanno partecipato Claudio Fabris, professore di Neonatologia all'Università di Torino, Martina Bruscagnin, presidente nazionale Vivere onlus, i segretari regionale e nazionale della Cisl Funzione Pubblica, Francescantonio Guidotti e Gabriella Di Girolamo, la segretaria regionale Cisl, Giovanna Ventura.
"Chiediamo al governo - ha detto Guidotti, segretario generale della Cisl Funzione Pubblica Piemonte - l'approvazione di un decreto legislativo, finalizzato al riordino della normativa vigente, magari attraverso il Collegato Lavoro".
Secondo la Cisl i soldi per finanziare l'eventuale provvedimento legislativo potrebbero derivare dalla parificazione dell'età pensionabile nella pubblica amministrazione.
"Ogni anno - ha ricordato il professore Fabris - nascono 5.000 grandi prematuri, cioè prima della 32/a settimana e con un peso al disotto del chilo e mezzo. Il 90% sopravvive, ma sono bambini che hanno bisogno di assistenza fino all'età scolare. È necessario sensibilizzare l'opinione pubblica". (LF)


23 Maggio 2011
Powered by Adon