Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
5 678 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TERZIARIO

Confcommercio, peggiora il clima di fiducia

Argomento: Confcommercio

Nel quarto trimestre del 2011 si assiste ad un deciso quanto significativo peggioramento del clima di fiducia e di quasi tutti gli indicatori congiunturali delle imprese del commercio, del turismo e dei servizi in Italia. Lo scrive Confcommercio in una nota sul clima di fiducia. "In qualche caso - si legge - siamo tornati indietro ai livelli del quarto trimestre del 2008, quando il nostro paese fu investito dalla crisi economica".
Peggiora significativamente l'opinione delle imprese del terziario circa l'andamento dell'economia italiana: il 76,2% rispetto al precedente 58,9%. Peggiorano anche le attese a tre mesi: 41,2% contro il precedente 40%.
Negativo nel quarto trimestre anche l'andamento delle stesse imprese del terziario (con riferimento a ricavi, vendite, fatturato) con una quota pari al 43,9% rispetto al precedente 30,6%. Rimangono sostanzialmente stabili le attese a tre mesi circa l'andamento della propria attività economica: 21,6% contro il precedente 21,9%.
Il clima di fiducia peggiora in prevalenza presso le imprese del commercio e del turismo, presso le microimprese (1-9 addetti) e le piccole imprese (10-49 addetti), e presso le imprese delle regioni del Mezzogiorno.
Dati negativi anche nell'ultimo trimestre del 2011 per l'andamento dei ricavi delle imprese del terziario, situazione avvertita dal 38,3% delle imprese contro il precedente 31,4%, e peggiorano leggermente anche le previsioni per il primo trimestre 2012 (16% contro il 14,8%).
Aumentano i prezzi praticati alle imprese dai propri fornitori nel quarto trimestre dell'anno: a segnalarlo, il 41% del campione rispetto al precedente 38,5%. Anche le previsioni a tre mesi denotano un peggioramento dell'andamento del fenomeno.
Peggiora in modo significativo la situazione relativa al ritardo dei pagamenti da parte dei clienti delle imprese del terziario, fenomeno avvertito da quasi la metà delle imprese (in precedenza erano un terzo). Ma per le imprese del terziario con un portafoglio clienti composto prevalentemente da soggetti della Pubblica Amministrazione, la percentuale di quelle che segnalano un peggioramento dei ritardi dei pagamenti arriva al 56,4%. (LF)


20 Febbraio 2012
Powered by Adon