Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
456 78 910
11121314151617
181920212223 24
252627 2829 3031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CREDITO

Marino, accordo molto positivo

Argomento: Cooperative

Correlati

"Questo accordo, è una misura che dà ossigeno finanziario alle imprese, ripercorre e aggiorna gli accordi precedenti". Lo dice Luigi Marino, presidente di Confcooperative e dell'Alleanza delle Cooperative Italiane intervenendo alla sigla della moratoria banche - imprese, a nome di Giuliano poletti, presidente Legacoop e Rosario Altieri, presidente Agci.
"Serve a sventare una contrapposizione demagogica tra banche e imprese - ha aggiunto - Ci sono buono motivi che giustificano da una parte il comportamento delle banche, dall'altro quello delle imprese che chiedono più credito".
"Di certo la diminuzione del credito - aggiunge Marino - è dovuta a molti motivi, tra questi l'alto debito e la bassa crescita, fattori che hanno effetti su liquidità banche. Per prima cosa è necessario che il governo continui a mantenere il rigore sui conti pubblici. Rigore non è recessione, ma sviluppo. Il rigore è ancora necessario per stabilizzare il credito e per dare poi vita a politiche di sviluppo".
"Questo accordo - dice ancora - è un pilastro per la ripresa delle pmi, ma deve essere accompagnato da altre misure, da altri pilastri". Tra questi: 1) il rafforzamento del fondo centrale di garanzia, strumento fondamentale per rimettere in moto la macchina; 2) l'irrobustimento patrimoniale dei consorzi fidi che sono una caratteristica del nostro paese e hanno fatto molto per le nostre imprese; 3) la capitalizzazione delle nostre imprese. "Il sistema imprenditoriale - conclude Marino - necessita di Misure che ne accompagnino con determinazione le politiche di capitalizzazione e di crescita dimensionale". (LF)


28 Febbraio 2012
Powered by Adon