Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123
4 56 7 8 910
11 12 13 1415 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CRISI

I pensionati scendono in piazza

Argomento: Cgil, Cisl, Pensioni, Uil

I pensionati sono scesi in piazza oggi in tutta Italia in occasione della giornata di mobilitazione nazionale indetta da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per dire al governo e al Parlamento che il tempo “è scaduto e per chiedere interventi concreti e urgenti su redditi da pensione, fisco, welfare e non autosufficienza”.
Presidi sono stati organizzati davanti alle Prefetture e ai Comuni in tutte le principali città d’Italia.
A Roma la manifestazione nazionale che si doveva tenere al Pantheon è stata sospesa vista la situazione politica che si è venuta a creare nelle ultime ore ma in tanti hanno partecipato al presidio davanti alla Prefettura in piazza Santi Apostoli a Roma, dove erano presenti anche i Segretari generali Spi-Fnp-Uilp Carla Cantone, Gigi Bonfanti e Romano Bellissima.
“Sotto accusa – si legge in una nota - le scelte di rigore a senso unico operate finora dal governo e dal Parlamento che hanno portato al blocco della rivalutazione delle pensioni, all’introduzione dell’Imu, ai tagli a welfare, Enti locali e sanità, all’aumento incontrastato della pressione fiscale nonché del costo della vita, dei prezzi e delle tariffe”.
“Tutte misure – dicono i sindacati - che hanno fortemente penalizzato i pensionati italiani, che finora hanno pagato un prezzo altissimo alla crisi e che ora chiedono giustizia sociale e un’equa distribuzione dei sacrifici”.
Spi-Fnp-Uilp hanno consegnato nelle mani dei sindaci e dei prefetti una lettera indirizzata al Presidente della Repubblica e al premier Mario Monti con le proprie richieste d’intervento. (LF)


07 Dicembre 2012
Powered by Adon