Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 78910 11
12 1314151617 18
19 2021 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

EDILI

Feneal, Filca, Fillea aderiscono a manifestazione Anci

Argomento: Cgil, Cisl, Edili, Uil

I sindacati delle costruzioni di Cgil, Cisl e Uil aderiscono alla manifestazione nazionale indetta dall'Anci per domani a Roma, per protestare contro il patto di stabilità interno che blocca 9 miliardi di pagamenti per appalti già assegnati.
Queste risorse per i segretari nazionali di Feneal, Filca, Fillea, Massimo Trinci, Domenico Pesenti e Walter Schiavella "potrebbero essere impegnati per investimenti e opere, consentendo così di dare una scossa al settore delle costruzioni, che sta vivendo la crisi peggiore dal dopoguerra".
Per i segretari generali le richieste dell'Anci "sono le stesse che il sindacato avanza da tempo e che sono state al centro della manifestazione nazionale di un anno fa". In particolare, sottolineano i sindacati, “la richiesta di modificare il patto di stabilità e di venire incontro alle aziende in difficoltà strette all'angolo dalla drammatica crisi di liquidità prodotta dal mancato credito”.
“In queste condizioni – proseguono Trinci, Pesenti e Schiavella - le conseguenze peggiori ricadono sui lavoratori, che rischiano di perdere il posto o di subire pesanti compressioni in termini di regolarità e diritti”.
“Per le imprese – sostengono - il rischio sempre maggiore è quello di subire gli effetti dell'assenza di lavoro, dei mancati pagamenti e della stretta creditizia, subendo in maniera sempre più stringente il ricatto delle mafie. Occorre spezzare questa catena nefasta intervenendo al più presto per dare forza e sostegno ad un settore indispensabile per la ripresa economica". "Ciò si può fare – concludono - solo se si passa dalle parole ai fatti, che vuol dire semplicemente aprire i cantieri, a cominciare da quelli delle piccole opere immediatamente cantierabili e dalla manutenzione e messa in sicurezza di scuole, ospedali e territorio, assicurando contestualmente legalità e regolarità del lavoro”. (LF)


20 Marzo 2013
Powered by Adon