E' il monito che il premier Enrico Letta ha rivolto ai ministri delle Finanze e del Lavoro di Francia, Germania e Spagna, riuniti nel vertice a palazzo Chigi. Letta, cambiare passo o Europa rischia il disastro

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
2 3456 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 1718192021 22
23 2425262728 29

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

UE

Letta, cambiare passo o Europa rischia il disastro

Argomento: Ue

“O l'Europa cambia passo o rischia il disastro in vista delle elezioni per il Parlamento Europeo, che in questo clima potrebbero regalarci l'europarlamento più euroscettico della storia: sarebbe un disastro per tutti". E' il monito che il premier Enrico Letta ha rivolto ai ministri delle Finanze e del Lavoro di Francia, Germania e Spagna, riuniti nel vertice a palazzo Chigi.
"Non abbiamo più tempo, dobbiamo agire subito per contrastare l'emergenza disoccupazione - ha insistito - perché solo così recupereremo la fiducia dei cittadini nell'Europa unita". "Dal Consiglio Europeo di fine giugno – ha proseguito - non possiamo uscire solo con delle parole: servono fatti concreti".
E due sono gli obiettivi che l'Italia vuole conseguire: il completamento dell'unione bancaria e misure concrete contro la disoccupazione. Risultato, quest'ultimo, più possibile ora che l'Italia ha inaugurato un nuovo formato nei vertici europei, con i ministri del Lavoro che affiancano quelli delle Finanze: "Questa è la novità fondamentale del vertice - ha rivendicato Letta - e questo nuovo formato dovrà essere il cuore dell'Europa che risponde ai problemi dei suoi cittadini". Il presiedente del Consiglio ha anche lanciato una proposta: Coinvolgere la Banca Europea degli Investimenti e le Casse Depositi e Prestiti dei vari Paesi nelle iniziative di contrasto alla disoccupazione giovanile. (LF)


14 Giugno 2013
Powered by Adon