Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234 5
6 7 891011 12
1314 15 16 17 18 19
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

POVERTA'

Spi Cgil, pensionati i più colpiti

Argomento: Cgil, Previdenza

Correlati

“Sono i pensionati che percepiscono un assegno previdenziale medio-basso quelli che corrono, più di altri, il rischio di finire nei prossimi anni sotto la soglia della povertà”. A denunciarlo è lo Spi-Cgil commentando i dati sulla povertà diffusi oggi dall`Istat.
“Si tratta – sostiene il sindacato - in particolare di quei 6 milioni di persone a cui è stata bloccata per due anni la rivalutazione annuale della pensione, con la conseguente perdita di 1.135 euro in due anni. "Nel 2012-2013 fino a circa 1.200 euro netti (1.400 lordi) - continua lo Spi - i pensionati hanno avuto diritto alla rivalutazione automatica, che non li ha di certo arricchiti, ma ha consentito loro perlomeno un recupero dell`inflazione. Per tutti gli altri invece questo meccanismo è stato interrotto esponendoli di conseguenza ad un ulteriore ed inesorabile impoverimento, visto anche il pesante aumento della tassazione sia nazionale che locale, dei prezzi e delle tariffe".

“Per scongiurare questo scenario e per evitare che i pensionati siano sempre più poveri - conclude il sindacato dei pensionati della Cgil - bisogna pertanto ripristinare la rivalutazione annuale, ma anche alleggerire il peso fiscale, abbattere i costi della sanità e dei servizi di welfare che tanto pesano sulle tasche degli anziani”.


17 Luglio 2013
Powered by Adon