Approvato il decreto legge per l’assegnazione delle risorse destinate all’acquisto dei servizi di pulizia e dei servizi ausiliari svolti dagli oltre 24mila addetti Ex Lsu Erogate risorse fino al 31 marzo

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 234567
891011 1213 14
15161718 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

APPALTI PULIZIA SCUOLE

Erogate risorse fino al 31 marzo


Correlati

Arriva in zona Cesarini il decreto legge varato dal governo per l’assegnazione delle risorse destinate all’acquisto dei servizi di pulizia e dei servizi ausiliari svolti dagli oltre 24mila addetti Ex Lsu e dei cosiddetti Appalti Storici del settore. A darne comunicazione è il ministero dell’Istruzione, dell’Università  e della Ricerca che in una nota precisa che l’atto normativo, deciso nel primo pomeriggio di oggi, prevede nel merito l’incremento del limite di spesa fino alla fine del mese di marzo per le Regioni dove è attiva la convenzione-quadro Consip, ad oggi tutte tratte la Basilicata, la Calabria, la Campania e la Sicilia. L’acquisto dei beni e dei servizi avverrà alle medesime condizioni economiche e tecniche del 2013 per tramite delle imprese che fino ad oggi sono state assegnatarie dell’appalto di servizi.

“É un primo segnale del governo che accogliamo positivamente e che la Fisascat Cisl ha perseguito con tenacia” ha commentato il segretario generale aggiunto della Fisascat Cisl, Giovanni Pirulli.  “Auspichiamo che il tavolo governativo previsto dalla Legge di Stabilità possa essere ripristinato al più presto con la finalità di trovare una soluzione definitiva”.  

Per il sindacato permane tuttavia la forte preoccupazione nell’ambito dei passaggi di appalto “nel tentativo delle imprese subentranti di ridurre comunque l’orario di lavoro degli addetti del settore, precisa il sindacalista, con le inevitabili ripercussioni sulla busta dei lavoratori, già drasticamente ridotta in seguito ai tagli lineari varati negli anni con gli interventi di spending review varati dai precedenti governi” .

L’intervento normativo adottato, per Raineri, non chiarisce la soluzione della vertenza. “La situazione, che rimane comunque incerta soprattutto per le regioni del Sud, e merita una grande attenzione da parte del Governo Renzi, che dovrà affrontare in termini più concreti la vertenza che vede coinvolti oltre 24mila lavoratrici e lavoratori, sottolinea Ranieri, sia per creare una occupazione stabile nel settore, che per garantire i servizi essenziali di pulizia e di igiene nelle scuole”.


28 Febbraio 2014
Powered by Adon