I sindacati di categoria avanzano le loro proposte per il settore in un’audizione presso la commissione industria Sindacati, evitare la waterloo del lavoro

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 78910 11
12 1314151617 18
192021222324 25
262728 2930 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TERMOELETTRICO

Sindacati, evitare la waterloo del lavoro


Correlati

I sindacati dell'energia Filctem-Cgil, Flaei-Cisl, Uiltec-Uil  hanno avanzato le loro proposte per il settore termoelettrico, all'audizione tenuta in data odierna, presso la commissione Industria, commercio e turismo del Senato. “Il tema dell'energia è strategico per rilanciare e qualificare lo sviluppo del paese, dichiarano i sindacati, sia in termini di “sostenibilità” che di “competitività”. Ma essenziale, sottolineano, è la “fase di transizione” nella quale vanno governati i tempi del passaggio dal vecchio modello – prevalentemente incentrato sulle fonti fossili (petrolio, gas, carbone) – al nuovo, più incline all'efficienza e risparmio energetico, alle fonti rinnovabili.
Per la fase di transizione, sottolineano i sindacati, è necessaria una attenta gestione, “per garantire autonomia e sicurezza energetica del paese, costi competitivi, valorizzando gli investimenti fatti e quelli necessari per ridurre i costi e la dipendenza energetica dall'estero (oggi attorno all'80%), salvaguardando e tutelando i livelli occupazionali per evitare la Waterloo del lavoro (su 10.000 addetti, oltre 5.000 lavoratori a rischio nel termoelettrico, più di 6.000 nella raffinazione)”.


04 Marzo 2014
Powered by Adon