Contestata dai sindacati la decisione del governo di far rientrare in un unico articolo del dl n. 90 le misure atte a riorganizzare autorità indipendenti preposte a diversi fini. Solari e Megale: “Misure approssimative”. Riorganizzazione autorità indipendenti, misure “approssimative”

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 234567
891011 1213 14
15161718 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Riorganizzazione autorità indipendenti, misure “approssimative”

Argomento: Pubblico impiego

Correlati

Il tema della riorganizzazione delle autorità indipendenti è stata fatta rientrare in un unico articolo del decreto sulla semplificazione e trasparenza amministrativa e sull'efficienza degli uffici giudiziari (n. 90 del 24/06/2014).

In una nota congiunta del segretario confederale della Cgil, Fabrizio Solari e del segretario generale della Fisac Cgil, Agostino Megale, la scelta presa dal governo viene definita “Sbagliata e contraddittoria”, in quanto: “Accorpando in un unico intervento autorità che svolgono funzioni diverse di vigilanza e regolazione, relative a settori distinti, il decreto non sembra tenere conto dei di queste differenze”.

“In più”, aggiungono i due dirigenti sindacali, “Le procedure concorsuali, così come scritte, sembrano fare salve quelle per chiamata diretta e similari, chiaramente in contraddizione con l'alto profilo professionale richiesto dalle Autorità indipendenti. Preoccupazione confermata dalla equiparazione dei commissari e dei dirigenti a tempo indeterminato ai fini delle incompatibilità, senza nulla dire di quelli a termine, quasi a volere nuovamente legittimare procedure a chiamata diretta e non concorsuali. Per quanto riguarda, invece, le funzioni strumentali, consigliamo al governo un approfondimento per quelle autorità di vigilanza che hanno riferimenti europei e rilevano un delicato problema di sicurezza nella gestione dei dati e dei programmi informatici”.

Infine, continuano Solari e Megale, “vogliamo anche segnalare, ma il processo è tutto da realizzare, la modifica della governance della Consob con il ritorno ai 5 commissari: una misura che riconosce il merito delle iniziative condotte dalla nostra organizzazione confederale e di categoria”.


26 Giugno 2014
Powered by Adon