Il sindacato Ugl non ha ritenuto utile sottoscrivere l’ipotesi di accordo con i vertici di Tirreno Power sulla procedura di mobilità Ugl non sigla l’accordo con l’azienda

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8 9 10 111213 14
15 1617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TIRRENO POWER

Ugl non sigla l’accordo con l’azienda

Argomento: Ugl

Correlati

“Non abbiamo ritenuto utile sottoscrivere l’ipotesi di accordo con i vertici di Tirreno Power sulla procedura di mobilità”. È quanto dichiara il segretario nazionale Ugl Chimici-Energia, Michele Polizzi, al termine dell’incontro che si è tenuto oggi a Roma presso la sede della società, aggiungendo che “l’ipotesi d’intesa rappresenta a nostro avviso solo un espediente momentaneo di certo non adeguato a fronteggiare la delicata situazione nella quale versa attualmente la Tirreno Power”.

“Difatti, spiega il sindacalista, dall’accordo non si evincono opportune rassicurazioni sugli scenari futuri dell’azienda, ancora troppo incerti in quanto strettamente collegati alla concessione della nuova Aia e al dissequestro da parte della Magistratura della centrale a carbone di Vado Ligure. Inoltre, prosegue, non riteniamo ci siano sufficienti garanzie né sugli esuberi, che soprattutto a Civitavecchia risulterebbero essere comunque eccessivi, né sugli importi fissati per l’incentivo all’esodo".

“Sebbene l’azienda stia cercando di ‘placare gli animi’ di quanti sono coinvolti in questa complicata situazione – conclude Polizzi – noi non abbasseremo la guardia affinché venga fatto tutto il possibile per la salvaguardia di tutti i lavoratori, a cominciare dall’impegno dell’Enel ad assorbire tutti gli esuberi del sito di Torrevaldaliga Sud”.


10 Luglio 2014
Powered by Adon