L'ad di Poste Italiane ha ribadito la propria disponibilità nella trattativa su Alitalia e l’intenzione a operare secondo il mercato europeo. Poi precisa: “Accordi per ricollocamenti fermi a 25 persone” Caio: noi disponibili alla trattativa, vediamo come si evolve

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2345 6
7 8910 1112 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ALITALIA

Caio: noi disponibili alla trattativa, vediamo come si evolve


"Abbiamo dato da mesi la nostra disponibilità - ha detto Caio - e stiamo partecipando al tavolo e ne apprezziamo lo spirito costruttivo". Così l'amministratore delegato di Poste, Francesco Caio, ha commentato, a margine della presentazione della relazione annuale dell'Agcom, le indiscrezioni che parlano di uno stop da parte di Poste ad un ulteriore impegno nella trattativa per Alitalia.

"Ognuno - ha aggiunto Caio - dovrà farsi carico delle proprie prospettive e per noi il faro è il mercato. L'Unione europea sta guardando con attenzione all'operazione e quindi dobbiamo muoverci secondo il mercato".

"Stiamo lavorando - ha proseguito l'ad - e il processo in corso vediamo come si evolve". Quanto poi alla ricollocazione di personale Alitalia nel gruppo Poste, Caio ha precisato che gli accordi sono fermi a 25 persone da ricollocare nel settore dell'information technology come previsto dagli accordi preliminari nell'ambito delle sinergie tra i due gruppi.

F. P.


15 Luglio 2014
Powered by Adon