L’incentivo stanziato è destinato all’innovazione tecnologica delle piccole e micro imprese operanti nel campo agricoltura, edilizia ed estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.La domanda di partecipazione al bando potrà essere presentata dal 3 novembre al 3 dicembre 2014 L'Inail stanzia 30 milioni a sostegno della sicurezza e dell'innovazione tecnologica

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 234567
891011 1213 14
1516171819 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

PICCOLE E MICRO IMPRESE

L'Inail stanzia 30 milioni a sostegno della sicurezza e dell'innovazione tecnologica


Pubblicato oggi in Gazzetta ufficiale il nuovo bando per un finanziamento, pari a 30 milioni di euro, di interventi di innovazione tecnologica nelle piccole e micro imprese operanti nei settori con i più alti tassi di rischio infortunistico, sia in termini di frequenza che di gravità: agricoltura, edilizia ed estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

Si tratta di un bando “a graduatoria” - con una procedura selettiva agile, benché rigorosa e trasparente - che fa seguito, a poca distanza di tempo, al Bando ISI 2013 al quale sono stati destinati 307 milioni di euro.

Per l’anno 2014 l’istituto ha così destinato 30 milioni di euro alle piccole e micro imprese dei settori dell’agricoltura, dell’edilizia e della lavorazione ed estrazione dei materiali lapidei, settori che presentano indici infortunistici tra i più elevati.

Con questa iniziativa l’Inail aggiunge un nuovo strumento per la declinazione delle proprie politiche di incentivazione in favore delle imprese che investono in sicurezza.

“L'iniziativa di oggi – ha dichiarato il ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali  Maurizio Martina - si inserisce in un contesto operativo che il governo sta mettendo in campo per la sicurezza del lavoro agricolo, che, insieme alla lotta alla disoccupazione, rappresenta una priorità assoluta. Sono davvero molto soddisfatto per gli interventi che riguardano il settore primario, al quale, con questo bando, vengono destinati ulteriori 16 milioni di euro”.

La ripartizione dei 30 milioni di euro per settori sarà la seguente: € 15.582.703 per il finanziamento dei progetti del settore Agricoltura; €  9.417.297 per il finanziamento dei progetti del settore Edilizia; € 5.000.000 per il finanziamento dei progetti del settore estrazione e lavorazione dei materiali lapidei.

Il contributo, in conto capitale, è erogato fino ad una misura massima corrispondente al 65% dei costi, al netto dell’ I.V.A., sostenuti e documentati per la realizzazione del progetto.

Il contributo massimo concedibile a ciascuna impresa non potrà superare l’importo di 50.000 euro; il contributo minimo ammissibile è pari a 1.000 euro.

La domanda deve essere presentata in modalità telematica, con successiva conferma tramite Posta Elettronica Certificata, come specificato nei Bandi regionali/provinciali.

A partire dal 3 novembre 2014 fino alle ore 18,00 del 3 dicembre 2014 le imprese registrate negli archivi INAIL avranno a disposizione una procedura informatica che consentirà loro di compilare la domanda di partecipazione, con le modalità indicate nel Bando.


18 Luglio 2014
Powered by Adon