Secondo l’Istat, il sistema delle aziende agricole è caratterizzato da una forte presenza di unità di piccole dimensioni: l'80,7% delle aziende impiega meno di un'unità di lavoro e l'88,6% realizza un fatturato inferiore a 50 mila euro Istat, aziende agricole in calo nel 2013, ma sale produzione

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8910111213 14
151617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

AGRICOLTURA

Istat, aziende agricole in calo nel 2013, ma sale produzione


Nel 2013 le aziende agricole italiane sono circa 1,5 milioni, in calo del 6% rispetto al 2012, occupano 992 mila unità di lavoro (Ula), realizzando una produzione di 43,9 miliardi di euro e un valore aggiunto di 24,9 miliardi di euro (entrambi valutati ai prezzi base). Rispetto al 2012 la produzione aumenta del 3,3%, il valore aggiunto del 4,9%. Lo comunica l'Istat.

Il sistema delle aziende agricole è caratterizzato da una forte presenza di unità di piccole dimensioni: l'80,7% delle aziende impiega meno di un'unità di lavoro e l'88,6% realizza un fatturato inferiore a 50 mila euro. Il 96,7% è costituito da aziende individuali e il 97,5% è a conduzione diretta.

Le aziende agricole che producono esclusivamente per l'autoconsumo rappresentano il 10,4% del totale e realizzano rispettivamente lo 0,3% e lo 0,2% della produzione e del valore aggiunto nazionali.

Nel 2013 le aziende agricole italiane hanno realizzato in media circa 29 mila euro di prodotto (di cui il 94,8% commercializzato). Il risultato lordo di gestione è di circa 16 mila euro per impresa. I ricavi dell'attività agricola sono determinati principalmente dalla vendita di prodotti vegetali (67,3%), prodotti zootecnici (15,0%) e animali per la macellazione (13,9%).

La retribuzione lorda per giornata di lavoro dipendente è pari a 65 euro per il lavoro a tempo determinato e a 96 euro per quello a tempo indeterminato. L'incidenza del lavoro a tempo determinato è pari all'88,2% in termini di giornate e all' 83,5% in termini di costo del lavoro.

Il 53% della produzione e il 49,1% del valore aggiunto sono realizzati nel Nord del Paese, dove è presente il 24,1% delle aziende agricole nazionali.


04 Agosto 2015
Powered by Adon