L’Inps certifica come nel 2015 ci sia stato un calo tra chi ha usufruito dell’indennità di maternità (-4,9%), in crescita il congedo parentale (+5,1%) Inps, 2015 +5,1% congedi parentali, -4,9% indennità di maternità

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 234567
891011 1213 14
1516171819 2021
222324252627 28
2930

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

LAVORO

Inps, 2015 +5,1% congedi parentali, -4,9% indennità di maternità

Argomento: Lavoro, Welfare

L’osservatorio Inps sulla prestazioni alla famiglia evidenzia come nel 2015 il numero di beneficiari di indennità di maternità tra i lavoratori dipendenti del settore privato (esclusi i domestici), che hanno iniziato nell`anno a percepire l`indennità, sono risultati pari a 204.174 (-4,9% rispetto al 2014); mentre il numero di lavoratrici/lavoratori che sono stati almeno un giorno nell`anno in congedo parentale è stato pari a 298.313 (+5,1% rispetto al 2014).

Sempre nel 2015 il numero di padri che ha usufruito del congedo parentale è stato complessivamente pari a 44.700, con un incremento, rispetto al 2014, del 22,3%, e del 39,8% in relazione a cinque anni prima. Nella qualifica "operai e apprendisti" è presente il maggior numero di beneficiari di sesso maschile (26.684 pari al 26,1% del totale all`interno della qualifica stessa). Nella qualifica "Altro" sono stati ricompresi quadri, dirigenti e il personale impiegato in attività concernenti il volo.

Tra le lavoratrici commerciarti il numero, di coloro che hanno beneficiato della maternità, è stato pari a 8.797, quello delle artigiane 4.989 e quello delle agricole autonome 1.241, sempre nel 2015. Il Nord, dove si concentra il maggior numero di iscritti tra i lavoratori autonomi, registra anche il maggior numero di maternità.


16 Dicembre 2016
Powered by Adon