Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
5 678 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Bankitalia, frenano i consumi e sale l’inflazione

Argomento: Economia

Allegati

L'economia italiana continuerà a crescere, con il Pil in aumento di circa l'1% fino al 2019. Lo afferma la Banca d'Italia nel bollettino economico, secondo cui "le proiezioni indicano che in media il Pil dovrebbe essere aumentato dello 0,9% nel 2016 (su dati corretti per il numero di giornate lavorative)",  e dovrebbe crescere "intorno allo 0,9% anche nell'anno in corso e all'1,1% sia nel 2018 sia nel 2019".

Ad alimentare la crescita sarà soprattutto la domanda interna e il rafforzamento di quella estera, anche se il livello del Pil sarebbe inferiore di quattro punti percentuali rispetto al 2007. Per proseguire sulla strada della crescita – sottolinea l’istituto di Via Nazionale – sarà fondamentale proseguire nel solco delle riforme.

Dati non confortanti arrivano dal versante dell’occupazione, con la disoccupazione che si manterrà sul livelli alti, anche se è destinata a scendere gradualmente. Per quest’anno le stime di Bankitalia prevedono una disoccupazione dell’11,6%, come nel 2016, che poi si attenuerà nei prossimi due anni, arrivando all’11,3 nel 2018 per scendere poi sotto il muro dell’11% solo nel 2019 (10,9%).

Frenano inoltre consumi delle famiglie, che seguiranno lo stesso ritmo di quello del Pil: +0,9% nel 2017, rispetto al 1,4% dell'anno scorso, frenando ancora a +0,8% nel 2018 e nel 2019. I motivi di questo rallentamento sarebbero da attribuire ai recenti aumenti dei prezzi delle materie prime nel settore energetico, influenzo sulla capacità di spesa delle famiglie. Il tasso di risparmio tenderebbe a salire, mostrando il consueto andamento prociclico.

Altro elemento legato ai rincari petroliferi sarà l’aumento dell’inflazione. Bankitlia certifica un rialzo dell’inflazione pari all’1,3% (rispetto al -0,1% del 2016) per quest’anno e il prossimo, e dell’1,5% per il 2019. A frenare questo andamento potrebbe concorrere la moderazione nelle dinamiche salariali, che potrebbero frenare la risalita dei prezzi.

Nel settore privato – prosegue il bollettino economico di Bankitalia – continuerebbero ad espandersi in modo moderato i profitti. Alla fine del 2019 si potrebbe aver recuperato poco più della metà persa con il crollo economico tra il 2008 e il 2012.

 

 

 


 


20 Gennaio 2017
Powered by Adon