In occasione delle celebrazioni per la firma del Trattato di Roma, il presidente degli industriali italiani Vincenzo Boccia ha consegnato, al premier Gentiloni, un documento firmato dalle confindustrie europee Confindustria, dare priorità alla questione industriale come risposta all’euroscetticismo e al protezionismo

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
789101112 13
1415161718 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

UNIONE EUROPEA

Confindustria, dare priorità alla questione industriale come risposta all’euroscetticismo e al protezionismo

Argomento: Europa

Questa mattina, il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia e il presidente di Business Europe, Emma Marcegaglia hanno consegnato al premier Paolo Gentiloni, una dichiarazione dei presidenti delle confindustrie europee per "ribadire il sostegno della comunità imprenditoriale all'Unione europea e l'impegno a contribuire al successo di tale progetto".

Per gli industriali dell'Unione europea è tempo di "riacquistare fiducia", nonostante un periodo segnato dall’ euroscetticismo e politiche protezionistiche, "di supportare il progetto europeo e di difendere quanto abbiamo costruito" ricordando come, "nonostante siano stati commessi degli errori, i vantaggi di essere membri dell'Unione europea siano di gran lunga superiori".

Boccia ha ricordato come, fuori dall'Europa, si pensi all'Unione europea come terra di conquista, dunque "dobbiamo rispondere al pericolo rappresentato dai neo-protezionismi", e lavorare "sui fondamentali dell'economia dando priorità alla questione industriale".

"Crediamo", conclude la dichiarazione, "che il 2017 sia un anno decisivo e per questo vogliamo dare il nostro contributo per assicurare un cambio di rotta, dimostrando ancora una volta che il successo politico, economico e sociale del progetto europeo può essere raggiunto solo insieme. E' tempo di scegliere: o avere successo insieme o diventare irrilevanti separatamente".

La dichiarazione è stata già consegnata anche al Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani e nel pomeriggio la consegna al presidente del Consiglio europeo Donald Tusk.


24 Marzo 2017
Powered by Adon