Presentati i dati annuali dell’Agenzia, successo anche nei servizi informatici, 300 mila in meno i cittadini che si sono recati ‘’fisicamente’’ agli sportelli. Agenzia Entrate, boom nel recupero dell’evasione, oltre 20 miliardi nel 2017

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
234567 8
91011121314 15
161718192021 22
23 2425 262728 29
30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

FISCO

Agenzia Entrate, boom nel recupero dell’evasione, oltre 20 miliardi nel 2017

Argomento: Dati statistici, Fisco

Allegati

 

 

Il recupero di evasione relativo al perimetro di Agenzia delle entrate ha superato nel 2017 i 20 miliardi di euro, con un incremento del 5,8% rispetto al 2016. Di questi,  11 miliardi vengono da versamenti diretti cresciuti del 14,6% rispetto all’anno precedente, mai così bene negli ultimi 5 anni. I dati sono stati presentati questa mattina, nel consueto appuntamento annuale, guidato dal direttore dell’Agenzia Ernesto Maria Ruffini e con la partecipazione del ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan.

L’altro elemento centrale, rilevato da Ruffini, è il gettito derivante dalla compliance dei cittadin, più che raddoppiato rispetto al 2016, arrivando a 1,3 miliardi con un incremento del 160 per cento. Sul fronte della Riscossione  il dato - che Ruffini definisce ‘’storico’’- e’ di 12,7 miliardi, di cui 7 sono andati all’Agenzia Entrate, mentre i restanti  5,7 miliardi ad altri enti, e in particolare all’Inps 3,6 miliardi, ai Comuni 800 milioni di euro, così come alle Regioni, alle Prefetture e alle Camere di Commercio.

Il totale complessivo dei due enti, Entrate e Riscossione, è quindi pari a 25,8 miliardi, con un incremento che sfiora il 12% rispetto al risultato del 2016, pari a 23,1 miliardi e relativo allo stesso perimetro di azione.

E ancora, 412,7 miliardi di euro e’ l’importo relativo al gettito spontaneo dei tributi gestiti da Agenzia delle entrate attraverso i servizi forniti ai contribuenti.. Erano 404,2 nel 2015; 405,1 nel 2016 con un incremento nel 2017 che sfiora il 2%.

“Il complesso di questi risultati – ha affermato Ruffini-  è stato possibile anche grazie a tutti quei servizi che le due Agenzie hanno messo a disposizione dei cittadini”. Ma la “grande sfida”, ovvero “rendere più semplice il sistema, poter accedere facilmente alle informazioni e soprattutto poter pagare, rateizzare, correggere errori –ha avvertito- è ancora in corso”.

Ruffini ha rilevato anche il successo della ‘’semplificazione’’ ,  dovuto all’introduzione di nuovi strumenti informatici, che ha fatto  registrare, sia nella rete di sportelli di Agenzia delle entrate, sia in Riscossione, una notevole diminuzione dei cittadini serviti agli sportelli. Nel corso del 2017, per quanto riguarda Entrate, il calo e’ di 200mila circa tra i cittadini che si sono recati fisicamente in uno sportello;  in Riscossione, nonostante l’afflusso straordinario da gennaio ad aprile 2017,dovuto alla definizione agevolata quando sono state servite circa 555mila persone al mese, si è avuto un calo annuale di oltre 100mila utenti rispetto al 2016. 


01 Febbraio 2018
Powered by Adon