Per l’istituzione di Washington la crescita sarà dell’1,2% per quest’anno e dell’1% per il 2019. Sul versante delle riforme, per il Fmi la legge Fornero non deve essere toccata. Attenzione anche allo spread Fmi, il Pil dell’Italia crescerà meno delle stime previste

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
789101112 13
1415161718 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Fmi, il Pil dell’Italia crescerà meno delle stime previste


Il Fondo monetario internazionale conferma che il Pil dell'Italia crescerà meno del previsto nei prossimi anni, dall'1,5% del 2017, all'1,2 di quest'anno, fino all'1% del 2019. E la richiama sulle riforme: bisogna "mantenere le riforme fatte su pensioni e mercato del lavoro", avverte l'Fmi, perché una marcia indietro o l'attuazione di politiche che danneggiano "la sostenibilità del debito innescherebbero forti allargamenti degli spread".

A livello mondiale invece secondo l'Fmi continua la crescita robusta degli Stati Uniti ma il futuro è offuscato dalla guerra commerciale con la Cina.

"Nonostante il dinamismo attuale abbiamo visto al ribasso le previsioni di crescita del 2019 per la recente adozione di dazi su una largo ventaglio di prodotti di importazione - spiega Maurice Obstfeld, direttore degli studi dell'Fmi - Allo stesso modo sono al ribasso le stime sulla Cina".


09 Ottobre 2018
Powered by Adon