Questa la richiesta portata oggi all'incontro con il premier Giuseppe Conte, il vice premier Luigi Di Maio e il ministro per le Infrastrutture Danilo Toninelli Delegazione pro Tav a Palazzo Chigi: riaprire subito cantieri

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
567891011
121314151617 18
1920212223 24 25
2627 28293031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

INFRASTRUTTURE

Delegazione pro Tav a Palazzo Chigi: riaprire subito cantieri


Correlati

"La Tav non si deve fermare. I cantieri devono ripartire subito". È questa la richiesta che la delegazione pro Tav composta da 13 rappresentanti di 33 aziende e associazioni, provenienti da Torino a dal Piemonte, porterà a Palazzo Chigi nell'incontro con il premier Giuseppe Conte e i ministri Luigi Di Maio e Danilo Toninelli.

La composizione della delegazione è ampia e rappresenta complessivamente 1,2 milioni di occupati, come hanno riferito i rappresentanti all'arrivo nella sede del governo. Non solo associazioni di impresa ma anche dell'agricoltura, dell'artigianato, del commercio, dei servizi, della cooperazione degli ordini professionali e dei sindacati.

"Siamo qui - dicono - perché il 10 novembre in occasione della manifestazione a Torino per la Tav siamo andati a incontrare il Prefetto a cui abbiamo consegnato una lettera con alcune richieste su Tav e infrastrutture da inviare al governo e da lì è stato organizzato questo incontro con Conte, Di Maio e Toninelli. La nostra richiesta principale è: la Tav non si deve fermare e i cantieri sono ormai fermi da un mese proprio per richiesta del governo". Ai cantieri sono legati anche tutti i bandi relativi alle altre fasi di avanzamento dell'opera.

TN


05 Dicembre 2018
Powered by Adon