Secondo l’Ispettorato del lavoro il colosso dell’e-commerce avrebbe utilizzato più interinali di quanti sia consentito dalla legge. Di qui cause per ottenere l'assunzione 245 lavoratori interinali contro Amazon

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
234567 8
91011121314 15
161718192021 22
23 24 25 26 27 28 29
30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

E-COMMERCE

245 lavoratori interinali contro Amazon


245 lavoratori interinali di Amazon faranno ricorso per ottenere l’assunzione nel magazzino di Castel San Giovanni in provincia di Piacenza. I legali di Cgil, Cisl e Uil, riporta Wired, hanno depositato oltre 200 pratiche. Secondo un’indagine dell’Ispettorato del lavoro, il colosso dell’e-commerce utilizzava più interinali di quanto potesse.

Ci sono però dei problemi che possono intralciare la battaglia dei lavoratori contro Amazon. Secondo la legge, coloro che possono fare ricorso sono solo quei lavoratori eccedenti. Solo i lavoratori chiamati in più in ordine temporale e che superano la quota dei lavoratori interinali consentita possono fare ricorso e chiedere l’assunzione. Inoltre, il ricorso può essere presentato al tribunale del lavoro 180 giorni dopo la violazione. Di fatto i tempi sarebbero, quindi, scaduti perché il periodo in cui i lavoratori hanno prestato servizio risale all’autunno 2017.

I sindacati dal canto loro comunicano che l’ispettorato del lavoro ha reso note le indagini solo nel 2018 ed a partire da quella data si sono avviate le procedure per ristabilire le regole a carico di Amazon. Saranno i giudici a decidere se accettare o meno i ricorsi nonostante alcune faglie presenti nella vicenda a cominciare da un’indagine poco chiara svolta dall’ispettorato.

A.P


10 Gennaio 2019
Powered by Adon