In una nota il segretario nazionale della Fim-Cisl Uliano sottolinea le prime aperture da parte della proprietà su orario di lavoro, smart working e previdenza integrativa Fca, Fim-Cisl: riparte la trattativa

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12
3 4567 8 9
101112131415 16
171819202122 23
24 25 2627 2829 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

AUTOMOTIVE

Fca, Fim-Cisl: riparte la trattativa


“Con queste due giornate di trattativa iniziamo a raccogliere le prime risposte positive, in particolare su sull’orario di lavoro, smart working, ferie solidali e previdenza integrativa. Nello specifico su alcuni temi legati alla conciliazione dei tempi di vita e lavoro ci sono aspetti positivi, come ad esempio l’incremento dei permessi con recupero, l’uso frazionato ad ora dei permessi retribuiti, la possibilità di incremento della flessibilità in ingresso”. Lo dichiara in una nota il segretario nazionale della Fim-Cisl Ferdinando Uliano.

“Le realtà di Fca, CnhI e Ferrari ci sarà la possibilità di utilizzare in futuro lo smart working e le ferie solidali. Dopo l’accordo fatto a dicembre sulla possibilità di destinare parte del sistema premiante a welfare, l’azienda si è già detta d’accordo ad aumentare il contributo a vantaggio dei lavoratori sulla previdenza integrativa. Auspichiamo che anche sugli altri temi su cui l’azienda si è riservata di presentare dei testi e proposte più dettagliate (Formazione e Diritto allo Studio, Inquadramento professionale, sanità integrativa ecc.) ci siano disponibilità positive.  Naturalmente – conclude il sindacalista - su altri aspetti abbiamo riscontrato delle distanze che ci auguriamo di superare nei prossimi incontri del 24 e 25 gennaio, dove dovremmo discutere anche dei temi legati al salario”.

TN

 


10 Gennaio 2019
Powered by Adon