Per la segretaria confederale della Uil la sentenza del tribunale di Torino che parifica i rider ai dipendenti della logistica permette di riprendere il confronto in sede ministeriale Bocchi (Uil), la sentenza di Torino è una buona notizia

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12
3 4567 8 9
101112131415 16
171819202122 23
2425 26272829 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

GIG ECONOMY

Bocchi (Uil), la sentenza di Torino è una buona notizia


“La sentenza con cui la Corte di appello di Torino ha accolto il ricorso di cinque ex rider di Foodora è davvero una buona notizia. È un atto di giustizia che certifica la correttezza della nostra battaglia per il riconoscimento di diritti contrattuali a questi lavoratori”.  Lo afferma la segretaria confederale della Uil Tiziana Bocchi.

“Come è noto, infatti, Cgil, Cisl, Uil hanno chiesto l’applicazione di un contratto nazionale della logistica e, comunque, precise garanzie in termini di tutele e di diritti. A questo punto - conclude Bocchi - ci sono anche le condizioni giuridiche per ridare slancio al confronto in sede ministeriale su questo argomento e per approdare a soluzioni condivise, eque ed efficaci”.

TN


11 Gennaio 2019
Powered by Adon