“Riteniamo necessario aprire il confronto” Cgil, Cisl, Uil, Quota 100 non basta serve una riforma strutturale

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
7 8910111213
141516171819 20
21 22 2324 2526 27
28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

PENSIONI

Cgil, Cisl, Uil, Quota 100 non basta serve una riforma strutturale


Correlati

Quota 100 "è un ulteriore passo verso la reintroduzione di una flessibilità di accesso alla pensione ma non sarà in grado di rispondere in modo omogeneo alle esigenze espresse da molte lavoratrici e lavoratori". E' quanto affermano Cgil, Cisl e Uil nel corso di un'audizione in Senato sul cosiddetto 'decretone', sottolineando che "debba essere operato, invece, un intervento organico e strutturale, basato sulla flessibilità in uscita a partire dai 62 anni di età, e, nel sistema contributivo, il superamento degli attuali vincoli che rendono molto difficile l`accesso al pensionamento poiché condizionano il diritto alla pensione al raggiungimento di determinati importi soglia dell`assegno (1,5 e 2,8 volte l`assegno sociale)".

"Riteniamo pertanto necessario - dicono i sindacati - aprire un confronto, che coinvolga le organizzazioni di rappresentanza dei lavoratori e dei pensionati, con l’obiettivo di definire una riforma organica del sistema previdenziale" con "l’obiettivo di realizzare un assetto stabile e sostenibile nel tempo, non solo da un punto di vista economico ma anche sociale".


05 Febbraio 2019
Powered by Adon