I pastori minacciano di bloccare i seggi per le regionali del 24 febbraio Continua la protesta dei pastori sardi

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
34 5678 9
1011 121314 15 16
17 1819202122 23
2425 2627 28

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SARDEGNA

Continua la protesta dei pastori sardi


Va avanti la protesta dei pastori sardi che da alcuni giorni continuano a gettare latte per le strade e nelle piazze lamentando un prezzo troppo basso per il prodotto, meno di 60 centesimi al litro, ma per loro frutto di duro lavoro. Come a dire "meglio disfarsene", che pagarlo così poco.

I pastori, sostenuti anche dai calciatori del Cagliari scesi in campo con le magliette che gli esprimevano solidarietà, hanno minacciato di bloccare i seggi in tutta la Sardegna per le regionali del 24 febbraio se non si troverà una soluzione per il settore. Le proteste ci sono state a Cagliari, nel nuorese, in provincia di Sassari e potrebbero andare avanti.

La politica si è schierata al fianco dei pastori, da Maurizio Martina, candidato alla segreteria del Pd, al vicepremier Matteo Salvini al ministro delle Politiche agricole, Gian Marco Centinaio, che ha promesso di incontrarli e aprire un tavolo per trovare una soluzione: non vogliamo limitarci a tamponare l’emergenza ma vogliamo cambiare un Consorzio che non sta facendo l’interesse dei nostri pastori, ha detto.

A.P


11 Febbraio 2019
Powered by Adon