I sindacati chiedono un intervento del ministero dei Beni e le Attività culturali per impedire che le gare peggiori le condizioni dei lavoratori Filcams e Fp Cgil, le gare per i servizi museali fiorentini mettono a rischio 300 lavoratori

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12
3 4567 8 9
101112131415 16
171819202122 23
2425 26272829 30
31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

APPALTI

Filcams e Fp Cgil, le gare per i servizi museali fiorentini mettono a rischio 300 lavoratori


"Le gare d'appalto per i servizi museali fiorentini, definite da Consip e relative alle biglietterie, accoglienza e bookshop di Uffizi, Palazzo Pitti, Accademia e Museo di San Marco, mettono a rischio occupazione, diritti e salario dei circa 300 dipendenti di Opera". È quanto affermano in una nota Filcams e Fp Cgil, aggiungendo che: "Si tratta di una situazione già denunciata dai lavoratori nel corso del volantinaggio dell'8 febbraio e di altre iniziative di sensibilizzazione di cittadini e visitatori, culminate venerdì scorso in un incontro con il direttore Galleria degli Uffizi, Eike Schmidt".

Le federazioni nazionali di Funzione Pubblica Cgil e Filcams Cgil chiedono ora "l'intervento diretto del ministro per Beni e le Attività culturali, Alberto Bonisoli, per evitare che le gare di appalto per i diversi servizi museali di Firenze, già bandite da Consip o in via di definizione, possano peggiorare le condizioni dei lavoratori e delle lavoratrici impiegati e conseguentemente i servizi per i cittadini". La Fp Cgil e la Filcams Cgil rivendicano pertanto il rispetto di quanto sottoscritto con il Mibac stesso in materia di clausole sociali.

TN


18 Febbraio 2019
Powered by Adon