La proposta di Pd e Cinquestelle sul salario minimo pone l’asticella a 9 euro, ma nulla dice in merito alle voci differite della retribuzione 9 Euro tutto compreso?

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
7 8910111213
141516171819 20
21222324252627
28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica
Presidente Associazione Professione in Famiglia

9 Euro tutto compreso?


Pd e Cinque stelle hanno presentato al Senato disegni di legge per la “istituzione del salario minimo legale”.

Ambedue le proposte fissano l’asticella a “9 Euro all’ora al lordo degli oneri contributivi e previdenziali” ; oppure “contributi previdenziali e assistenziali” che è  la stessa cosa.

Nulla è detto a proposito delle voci differite della retribuzione: tredicesima, quattordicesima, ferie, tfr, festività infrasettimanali. A seconda dei Contratti di lavoro (non tutti prevedono la quattordicesima) il complesso di queste voci e altre minori assimilabili totalizzano almeno il 30%, oppure più del 40% oltre la paga oraria.

Mi sembra utile che il legislatore metta in chiaro se le voci differite della retribuzione devono intendersi comprese nei 9 Euro oppure se dovranno sommarsi a questa cifra oraria.

Aldo Amoretti


14 Marzo 2019
Powered by Adon