La proposta di Pd e Cinquestelle sul salario minimo pone l’asticella a 9 euro, ma nulla dice in merito alle voci differite della retribuzione 9 Euro tutto compreso?

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
567891011
121314151617 18
1920212223 24 25
2627 28293031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica
Presidente Associazione Professione in Famiglia

9 Euro tutto compreso?


Pd e Cinque stelle hanno presentato al Senato disegni di legge per la “istituzione del salario minimo legale”.

Ambedue le proposte fissano l’asticella a “9 Euro all’ora al lordo degli oneri contributivi e previdenziali” ; oppure “contributi previdenziali e assistenziali” che è  la stessa cosa.

Nulla è detto a proposito delle voci differite della retribuzione: tredicesima, quattordicesima, ferie, tfr, festività infrasettimanali. A seconda dei Contratti di lavoro (non tutti prevedono la quattordicesima) il complesso di queste voci e altre minori assimilabili totalizzano almeno il 30%, oppure più del 40% oltre la paga oraria.

Mi sembra utile che il legislatore metta in chiaro se le voci differite della retribuzione devono intendersi comprese nei 9 Euro oppure se dovranno sommarsi a questa cifra oraria.

Aldo Amoretti


14 Marzo 2019
Powered by Adon