Decine gli appuntamenti con cortei e sit-in nelle piazze di tutta la Penisola. Il Global Strike sta lanciando la piazza del 23 marzo. La marcia per il clima e contro le grandi opere inutili partirà da Piazza della Repubblica alle ore 14 Fridays for Future, migliaia di studenti in sciopero in tutta Italia

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
567891011
121314151617 18
1920212223 24 25
2627 28293031

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CLIMA

Fridays for Future, migliaia di studenti in sciopero in tutta Italia


Migliaia di studenti in sciopero e in piazza oggi in tutta Italia per il "Global Strike for Future", la mobilitazione mondiale (circa 200 Paesi e 1700 città) per pretendere dai governi azioni concrete contro il cambiamento climatico, l'inquinamento e il riscaldamento globale che mettono a rischio il futuro della Terra.

Decine gli appuntamenti con cortei e sit-in nelle piazze di tutta la Penisola, da Milano a Roma, da Padova a Bari, da Torino a Bologna. A Roma gli studenti partiranno in bicicletta alle ore 10 dalle università di Roma 3 (facoltà di Lettere) e La Sapienza (Minerva) per raggiungere il concentramento di "FridaysForFuture" in Piazza Madonna di Loreto alle 10.30; a Milano "grande marcia per il clima" da Largo Cairoli a Piazza della Scala; a Napoli manifestazione da Piazza Garibaldi a Piazza del Plebiscito; a Torino corteo da Piazza Arbarello a Piazza Castello; a Bologna da Piazza Maggiore a Piazza Roosvelt.

"Siamo solidali con Greta Thunberg, perché rivendichiamo l’importanza della scienza nel capire e risolvere questa crisi ecologica", dice Giacomo Cossu, Coordinatore nazionale di Rete della Conoscenza: "Secondo l’ultimo report dell`IPCC, l’organismo scientifico dell’ONU, ci sono rimasti circa undici anni per evitare di oltrepassare il punto di non ritorno. L’intera popolazione mondiale, dunque, si trova ora a dover cambiare rotta verso una maggiore attenzione al pianeta, per evitare alle future generazioni di vivere nelle conseguenze di questa crescente emergenza. Abbiamo partecipato convintamente ai venerdì di protesta e oggi siamo in piazza nelle principali città italiane.

Sicuramente il percorso che ci a portato al 15 marzo non si fermerà con le piazze di oggi, ma continueremo a far sentire la nostra voce anche dopo, a partire dalla 'Marcia per il clima e contro le grandi opere inutili' che si terrà sabato 23 marzo a Roma".


15 Marzo 2019
Powered by Adon