Per il sindacato le criticità presenti sul sistema gestionale Sap non dipendono dai lavoratori, se non viene impartita loro la dovuta formazione Fit-Cisl Lazio: le criticità in Ama non dipendono da lavoratori

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
234567 8
91011121314 15
161718192021 22
23 2425 262728 29
30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ROMA

Fit-Cisl Lazio: le criticità in Ama non dipendono da lavoratori


"Abbiamo da tempo e ripetutamente chiesto ad Ama di organizzare dei corsi di formazione per i dipendenti sul sistema gestionale Sap, introdotto in azienda dal mese di gennaio, ma non siamo stati ascoltati: i lavoratori sono stati dotati di uno smartphone senza che fosse loro spiegato che utilizzo dovessero farne. Ci sorprende, quindi, che adesso le criticità nell'utilizzo del software siano attribuite a presunte `resistenze dei lavoratori'". E' quanto dichiara il coordinatore regionale Igiene Ambientale Fit-Cisl Lazio, Massimiliano Gualandri, commentando alcune dichiarazioni di Marcello Bronzetti, responsabile Disciplina, Sorveglianza sanitaria, Prevenzione e sicurezza di Ama, uscite ieri sulla stampa.

"Per quanto riguarda gli autisti - prosegue -, vorremmo sottolineare che l'utilizzo dello smartphone per la rendicontazione dei servizi tramite il Sap confligge nientemeno che con il codice della strada: non si può al contempo guidare un mezzo pesante e utilizzare il telefonino. Vanno trovate soluzioni comuni e concrete per risolvere la questione".

"Complessivamente - conclude il sindacalista - l'auspicio è che i lavoratori Ama non siano colpevolizzati per questioni che avrebbero dovuto, e che dovrebbero, essere gestite in maniera più condivisa".

TN


10 Aprile 2019
Powered by Adon