Lo ha detto il presidente di Confindustria Digitale, Cesare Avenia, intervenendo oggi al convegno inaugurale di Forum PA Confindustria, sul digitale grave ritardo dell’Italia

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1234
567891011
121314151617 18
1920212223 24 25
2627 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

LAVORO

Confindustria, sul digitale grave ritardo dell’Italia


"Siamo in una situazione che dovrebbe suscitare forte senso di allarme, perché il grande ritardo digitale che sconta l'Italia in Ue sta ormai pesando molto negativamente sul tasso di crescita dell'economia, che non trova la via per risalire dallo zero virgola". Lo ha detto il presidente di Confindustria Digitale, Cesare Avenia, intervenendo oggi al convegno inaugurale di Forum PA.

"Per rilanciare l'economia - ha aggiunto - dobbiamo accelerare sulla digitalizzazione con un piano di interventi straordinari e una regia centralizzata. Agid e Team digitale devono essere messi nelle condizioni di collaborare a pieno, ancorati a una governance del digitale saldamente allocata a Palazzo Chigi, che sia in grado di far dialogare le amministrazioni centrali e locali. Le sorti dei processi di digitalizzazione della Pa e dell'economia dovrebbero essere sganciati dalla contingenza politica, perchè sono strategici e di vasto respiro anche temporale. Vanno incardinati nelle istitituzioni, anche attraverso la costituzione presso la Camera e il Senato di due commissioni permamenti sulla trasformazione digitale del Paese.

Diffondere l'innovazione digitale significa aiutare l'Italia ad andare verso un modello di sviluppo sostenibile per l'ambiente e per il miglioramento della qualità di vita".

TN


14 Maggio 2019
Powered by Adon