Con lo sblocca cantieri, spiegano i sindacati, il governo mira a stravolgere il codice degli appalti Cgil, Cisl, Uil: il 28 maggio manifestazione a Roma contro lo ‘Sblocca niente’

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1
234567 8
91011121314 15
161718192021 22
23 24 25 26 27 28 29
30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

APPALTI

Cgil, Cisl, Uil: il 28 maggio manifestazione a Roma contro lo ‘Sblocca niente’


Per scongiurare l’approvazione di una legge pericolosa per il settore degli appalti pubblici e per i lavoratori, Cgil, Cisl e Uil con le categorie nazionali promuovono martedì 28 maggio alle ore 9.30 una manifestazione unitaria a Roma, in Piazza Montecitorio.

“Con il decreto Sblocca cantieri - dichiarano le tre Confederazioni - il Governo mira a stravolgere il Codice degli appalti pubblici e riconsegnare il sistema nelle mani delle consorterie dei comitati d’affari, in un paese come l’Italia ad altissima possibilità di infiltrazione mafiosa. Un provvedimento che produrrà meno lavoro sicuro e garantito”.

“Quella di martedì prossimo sarà una mobilitazione - aggiungono in conclusione Cgil, Cisl e Uil - contro la corruzione, l’illegalità, lo sfruttamento e per la qualità negli appalti pubblici, per la sicurezza sul lavoro, l’occupazione, gli investimenti e lo sviluppo”.

TN


23 Maggio 2019
Powered by Adon