La prossima settimana inizierà il processo per trovare il suo successore. Rimane aperta più che mai l’incognita Brexit Theresa May annuncia per il 7 giugno le proprie dimissioni

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3
45 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 2829 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

REGNO UNITO

Theresa May annuncia per il 7 giugno le proprie dimissioni


La prima ministra britannica Theresa May ha annunciato oggi che rassegnerà le dimissioni da leader del partito Conservatore il prossimo 7 giugno e il processo di nomina del suo successore inizierà la settimana successiva.

"Da quando ho aperto per la prima volta la porta alle mie spalle come primo ministro mi sono sforzata di far funzionare il Regno Unito non solo per pochi privilegiati, ma per tutti ed ho agito per onorare il risultato del referendum", ha spiegato May.

La premier ha ricordato che nel 2016 è stato data al popolo britannico "una scelta" e il popolo "ha scelto di uscire dall'Unione europea". "E in una democrazia se si dà al popolo la possibilità di esprimersi, si ha l'obbligo di attuare la decisione", ha insistito May. "Ho fatto tutto il possibile, ho negoziato i termini della nostra uscita ed ho fatto di tutto per convincere il parlamento a sostenere questo accordo".

"Purtroppo non sono stata in grado di farlo, ho provato per tre volte", ha proseguito il primo ministro, che credeva "giusto continuare anche con probabilità basse di riuscita" per "onorare il voto del referendum.

Ora mi è chiaro che è nel migliore interesse del Regno Unito che un nuovo primo ministro conduca questo sforzo", ha aggiunto, spiegando di voler lasciare l'incarico.

"Oggi annuncio che rassegnerò le dimissioni da leader conservatore venerdì 7 giugno. Ho concordato con il presidente del partito che la procedura per l'elezione di un nuovo leader avrà inizio nella settimana successiva", ha detto Theresa May, precisando che "è motivo di profondo rammarico non essere riuscita a portare a compimento la Brexit".

"Il mio successore dovrà trovare un consenso" in Parlamento, ha concluso May, cercando di trattenere le lacrime. "E un consenso sarà possibile solo se i membri di entrambi gli schieramenti raggiungeranno un compromesso".

TN


24 Maggio 2019
Powered by Adon