Per il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, Il salario minimo "non sposta il livello di crescita del Paese", piuttosto "bisogna elevare i salari dei lavoratori riducendo le tasse e i contributi: il famoso cuneo fiscale” Boccia, il salario minimo non incide sulla crescita, occorre tagliare il cuneo

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
7 8910111213
141516171819 20
21 22 2324 2526 27
28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Boccia, il salario minimo non incide sulla crescita, occorre tagliare il cuneo


Il salario minimo "non sposta il livello di crescita del Paese", piuttosto "bisogna elevare i salari dei lavoratori riducendo le tasse e i contributi: il famoso cuneo fiscale". Lo ha detto il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, a margine dell'assemblea annuale di Federchimica. Intervenendo nel dibattito sul salario minimo, Boccia ha ricordato la necessità di ridurre il cuneo fiscale e di detassare "i premi di produzione".

Per il leader degli industriali "occorre un intervento organico di politica economica. Il paese non cresce con i salari minimi". Certo, ha chiosato Boccia, "all'interno di questo percorso ci può essere anche il salario minimo" che è solo "una delle grandi componenti" delle prossime scelte di politica economica.


17 Giugno 2019
Powered by Adon