In una serie di post il sindacato di Corso d’Italia elenca le promesse non mantenute di una maggioranza debole con gli evasori e insensibile con i migranti. Una maggioranza che frena il paese e assente sulle grandi questioni del lavoro La Cgil replica via Twitter all’attacco dei 5 Stelle

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
7 8910111213
141516171819 20
21 22 2324 2526 27
28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

SINDACATO

La Cgil replica via Twitter all’attacco dei 5 Stelle


Correlati

La Cgil, tramite il l’account ufficiale di Twitter, risponde al post comparso sul Blog dei Cinque Stelle, con il quale il Movimento ha attaccato il segretario generale del sindacato di Corso d’Italia, Maurizio Landini.

Quattro post attraverso i quali la Cgil elenca i limiti e le promesse non mantenute del governo leghista. Una maggioranza, spiega il sindacato, che protegge gli inquisiti e premia i ricchi, è debole con gli evasori e i caporali, inumana con i migranti e insensibile con gli italiani che scappano all’estero.

Non mancano le bordate del sindacato contro i fallimenti del governo nel campo economico e del lavoro. La Cgil sottolinea infatti l’assenza del governo sulle grandi vertenze che stanno affollando i tavoli del Mise - ministero nelle mani di Luigi di Maio – e mettendo in ansia migliaia di lavoratori.

Segue poi un elenco nel quale la Confederazione mette nero su bianco alcune delle promesse non mantenute dai 5 Stelle: ripristino dell’articolo 18, diminuzione del precariato e della povertà, corsia preferenziale alle leggi popolari.

Insomma per il sindacato il vero fake e il Movimento, con un post dall’italiano incerto e una foto, quella di Landini, che è un fotomontaggio.

 

Di seguito la risposta della e Cgil sul suo profilo Twitter

 

“Il @Blog5Stelle attacca @cgilnazionale. Secondo loro difende peggio del governo i lavoratori. Ma non parla delle troppe “gaffe” (o “favori”) di un esecutivo a trazione leghista che fa condoni, blocca opere pubbliche, divide il Paese, è assente nelle grandi vertenze…

…una maggioranza @Blog5Stelle che protegge inquisiti, premia i ricchi (flat tax), non cerca nè punisce i caporali, è debole con gli evasori, inefficace contro gli infortuni sul lavoro, inflessibile e inumana con gli immigrati, menefreghista degli italiani che fuggono all’estero…

…non parliamo delle promesse non mantenute o tradite da @Blog5Stelle: ripristino #art18, diminuzione del precariato, diminuzione della povertà, diminuzione del subappalto (aumentato), corsia preferenziale leggi popolari (in Parlamento c’è la #CartaDeiDiritti con 1,5 mil firme)…

…potremmo continuare a lungo ma non serve infierire. Il @Blog5Stelle ha già troppi con cui litigare dentro e fuori il movimento. Non vorremmo essere la goccia che fa traboccare il vaso

Ps: l’italiano traballa e l’immagine è un fotomontaggio in linea con il testo È #TuttoUnFake”.


TN


24 Giugno 2019
Powered by Adon