Al Mise si è svolto ieri un tavolo di confronto sulla riforma della disciplina che sostiene gli interventi di reindustrializzazione delle aree di crisi previsti dalla legge n. 181/1989 Mise, presentata proposta per riforma legge su aree crisi

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345 6
7 8910111213
141516171819 20
21222324252627
28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ECONOMIA

Mise, presentata proposta per riforma legge su aree crisi


Al Mise si è svolto ieri un tavolo di confronto sulla riforma della disciplina che sostiene gli interventi di reindustrializzazione delle aree di crisi previsti dalla legge n. 181/1989. All`incontro, presieduto dal segretario generale Salvatore Barca e dal capo della Segreteria tecnica Daniel De Vito, si legge in una nota del ministero, hanno partecipato Confindustria, Cna, Confartigianato, Confapi, Confcommercio e Confesercenti.

La riforma dà attuazione a quanto previsto dal Decreto Crescita che ha fornito alcune indicazioni strategiche per rendere più facilmente fruibile e attrattivo lo strumento per le Pmi.

In particolare, tra le novità introdotte, è prevista la possibilità di favorire prioritariamente gli investimenti ad alto contenuto tecnologico e con forte impatto occupazionale. Inoltre, la riforma abbassa la soglia minima di investimento prevista ora dalla legge n. 181/1989, così da consentire una maggiore partecipazione da parte delle PMI che, anche in forma aggregata, potranno presentare progetti unitari per la riconversione e riqualificazione dei territori in crisi.

L'obiettivo è quello di giungere in tempi brevi alla pubblicazione del provvedimento di riforma, in modo tale da poter procedere, già nel mese di settembre, all`apertura di nuovi bandi che possano disporre di uno strumento rinnovato e reso più efficace.

E.G.


09 Luglio 2019
Powered by Adon