Fim, Fiom e Uilm denunciano il mancato pagamento della Cassa integrazione dal 30 aprile scorso, che aspettano l’avvio del percorso per le aree di crisi complessa e la presentazione di un piano industriale per la reindustrializzazione del sito Sindacati, la situazione alla Blutec è drammatica. L’Inps paghi la Cassa integrazione

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3
45 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 2829 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

METALMECCANICI

Sindacati, la situazione alla Blutec è drammatica. L’Inps paghi la Cassa integrazione


“La situazione che si è determinata a Termini Imerese è inaccettabile, i lavoratori della Blutec sono esasperati per il mancato pagamento della cassa integrazione dal 30 aprile scorso al punto che un lavoratore ha deciso di sistemare una tenda davanti ai cancelli dello stabilimento e di intraprendere da oggi lo sciopero della fame.

Le organizzazioni sindacali chiedono all'INPS e al Ministero del Lavoro di intervenire immediatamente per avviare dal primo di agosto il pagamento delle indennità di cassa integrazione straordinaria di maggio e di giugno per i 670 lavoratori della Blutec.

Nel frattempo, è necessario dare seguito - in tempi brevi - all'impegno assunto il 21 giugno dal MISE, dal Ministero del Lavoro e dalla Regione Sicilia circa l'avvio del percorso e della strumentazione prevista concernente l'Area di Crisi Complessa. 

Inoltre è necessario che arrivi al più presto la presentazione da parte del Commissario straordinario del piano industriale per la reindustrializzazione dello stabilimento e per far tornare a lavoro sia i 670 lavoratori Blutec che i 300 dell'indotto”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Raffaele Apetino (Fim), Simone Marinelli (Fiom), Gianluca Ficco (Uilm).

TN


29 Luglio 2019
Powered by Adon