L’iniziativa, promosso da Acli e Cisl Lombardia, si terrà al cinema Rondinella di Sesto San Giovanni e avrà al centro il cinema, il lavoro, l’ambiente e la società. Dal 2 settembre al 4 ottobre torna il Labour Film Festival

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3
45 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 2829 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CINEMA E LAVORO

Dal 2 settembre al 4 ottobre torna il Labour Film Festival


Appuntamento dal 2 settembre al 4 ottobre per la quindicesima edizione del Labour Film Festival, la rassegna cinematografica promossa da Cisl e Acli Lombardia con il Cinema Rondinella di Sesto San Giovanni che, da quindici anni, presenta opere che hanno come argomento il lavoro e le tematiche ambientali e sociali, spesso contigue e in relazione con il lavoro stesso.

La manifestazione, una delle più importanti del suo genere in Italia, si struttura come nelle scorse edizioni, con la suddivisione delle proposte filmiche in tre distinte sezioni (Labour.short, Labour.doc e Labour.film):

Labour.short, che presenta corti di autori che si cimentano sui temi sociali, ambientali e del lavoro con opere di breve durata fino ad un massimo di 30 minuti;

Labour.doc, rassegna del documentario di maggiore impegno creativo e produttivo;

Labour.film, con una selezione dei lungometraggi più significativi che la stagione ha proposto, alcuni più noti, altri meno, ma tutti di sicuro interesse.

Dopo il grande successo delle passate edizioni, giovedì 19 settembre, viene riproposto il Labour Short Awards, all’interno della quale il pubblico del Rondinella sceglierà il miglior Labour.short del 2019 tra una rosa di titoli selezionati dalla direzione artistica del festival in collaborazione con Cortisonici Film Festival di Varese. Sempre durante questa serata, dalle 20.30, verranno presentati anche una selezione di cortometraggi sulla sicurezza sul lavoro realizzati dagli studenti delle scuole di Udine a cura di ASUIUD e Mediateca Mario Quargnolo del Visionario.

Anche in questa edizione saranno tre le giornate dedicate ai “Pomeriggi al Labour”, con una proposta filmica alle ore 15.30 nelle giornate di lunedì, mercoledì e giovedì.

Viene riproposto anche in questa edizione l’appuntamento del venerdì preserale (tra le 19.30 e le 20.15), caratterizzato dalla scelta di importanti documentari d’autore e dalla degustazione al termine della proiezione (spazio EnoCinema).

L’ingresso per tutte le proiezioni della giornata è di 4,00 euro per le proiezioni serali e 3,00 euro per le proiezioni pomeridiane. La serata Labour Short Awards è ad ingresso gratuito.

Nutrita la partecipazione di ospiti ed addetti ai lavori: tra gli altri giovedì 5 settembre, alle ore 21.15, Carmen Vesci e Monica Tessarolo dell’associazione In Sesto introducono il film Parlami di te; giovedì 12 settembre alle ore 20.45, spazio agli autori del film Solo cose belle che interverranno prima della proiezione del film insieme agli educatori della cooperativa “La Grande Casa” in una conversazione sul tema “La Comunità – Dai Social Network alla comunità umana”; lunedì 16 settembre sono previsti gli interventi di Attilio Rossato, presidente di Acli Lombardia e Ugo Duci, segretario generale di Cisl Lombardia; lunedì 23 settembre, alle ore 20.45, lo scrittore, giornalista e saggista Davide Serafin presenterà il suo libro “Senza più valore”, edito da People Editore; giovedì 25 settembre, alle ore 21.15, il regista Samad Zarmandili introdurrà la proiezione del suo film Beate;

Tra i film segnaliamo: Mai più strage Lamina di Antonio Pacor e Bettina Gozzano, un colpo al cuore per la Milano del lavoro; il Miglior Documentario del Torino Film Festival a In questo mondo di Anna Kauber, un incredibile viaggio, durato due anni, su cosa significhi la crescita della pastorizia in Italia, e su come questa sia portata avanti dalle donne; il doc I Villani di Daniele De Michele, menzione speciale al Festival di Venezia; la deliziosa commedia romantica premiata ai “David di Donatello” di Germania, Un valzer tra gli scaffali di Thomas Stuber; il film straniero premiato ai Cesar francesi Le nostre battaglie del belga Guillaume Senez; Troppa Grazia di Gianni Zanasi premiata come miglior commedia italiana ai Nastri d’Argento 2019; il gioiello dell’animazione francese Dilili a Parigi di Michel Ocelot; il doc rivelazione in prima visione (nelle sale italiane da settembre) La fattoria dei nostri sogni, di John Chester; uno dei migliori film recenti sulle lotte operaie, In guerra, di Stephane Brize con Vincent Lindon.

Da segnalare inoltre lunedì 16 settembre alle ore 20.30, L’autunno caldo del 1969, reading dedicato al 50esimo anniversario dei fatti dell’autunno 1969, a cura del CGS Rondinella.

L’intera rassegna si svolge al Cinema Rondinella di Sesto San Giovanni, in via Matteotti 425, con il patrocinio del Servizio per la vita sociale e il lavoro della Diocesi di Milano e di Europa Cinemas, con la collaborazione del Circolo Acli San Clemente, di Lombardia Servizi e di BiblioLavoro.

Aggiornamenti e schede di tutte le pellicole presentate saranno disponibili su www.cinemarondinella.it e nella sezione “cinema e lavoro” del sito della Cisl Lombardia www.lombardia.cisl.it.

Mediapartners dell’edizione 2019 sono: Avvenire, Conquiste del lavoro, Job Notizie.it, LaborTV, Il Diario del lavoro, il Segno, Radio Marconi.

Trovate il programma completo al seguente link: Programma LFF 2019


30 Luglio 2019
Powered by Adon