Fim, Fiom e Uilm chiedono al Ministero dello Sviluppo economico di ripristinare urgentemente il tavolo Whirlpool, prima che sia troppo tardi e che la multinazionale assuma scelte unilaterali Governo ripristini il tavolo Whirlpool prima che sia troppo tardi

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 78910 11
12 1314151617 18
192021222324 25
262728 2930 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ELETTRODOMESTICI

Governo ripristini il tavolo Whirlpool prima che sia troppo tardi


I sindacati di categoria Fim, Fiom e Uilm chiedono al Ministero dello Sviluppo economico di ripristinare urgentemente il tavolo Whirlpool, prima che sia troppo tardi e che la multinazionale assuma scelte unilaterali. 

La Direzione di Whirlpool ha annunciato che il giorno 16 settembre vuole comunicare al sindacato importanti decisioni relative allo stabilimento di Napoli; "ma come sindacato  - sottonineano i sindacati - non vogliamo rinunciare al tavolo istituzionale né possiamo accettare che il Governo si defili in una vertenza così importante in cui le scelte delle istituzioni nel bene o nel male sono evidentemente determinanti."

"L’impressione è che Whirlpool - concludono i sidnacati -  voglia approfittare della crisi di governo per forzare la mano e imporre la dismissione della storica fabbrica partenopea di lavatrici. Il protrarsi della inerzia da parte del Ministero dello Sviluppo economico sarebbe imperdonabile e probabilmente avrebbe esiti irreparabili."

E.G.


05 Settembre 2019
Powered by Adon