Si sono riunite le segreterie nazionali della Fismic-Confsal, della Ugl Metalmeccanici, della Failms Confsasi, di Confintesa Metalmeccanici e Cisal Metalmeccanici per mettere nero su bianco le proprie rivendicazioni in vista del rinnovo del contratto I sindacati autonomi mettono a punto la propria piattaforma per il rinnovo del contratto

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8 9 10 111213 14
15 1617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

METALMECCANICI

I sindacati autonomi mettono a punto la propria piattaforma per il rinnovo del contratto


I sindacati autonomi dei metalmeccanici, Fismic-Confsal, Ugl Metalmeccanici, Failms Confsasi, Confintesa Metalmeccanici e Cisal Metalmeccanic, sulla base di una forte condivisione di valori fondamentali (crescita dell’occupazione, riduzione dell’imposizione fiscale e contributiva sul lavoro, tutela dei diritti dei lavoratori a partire da salute e sicurezza) hanno deciso di convergere sui contenuti di un’unica piattaforma rivendicativa per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro dei metalmeccanici da discutere tra i quadri sindacali e nei luoghi di lavoro, per inviare il testo comune alla controparte Federmeccanica e Assistal.

Lo scopo dei sindacati autonomia dei metalmeccanici è quello di riuscire ad ottenere un rinnovo contrattuale che abbia al centro un importante aumento della paga base (9% nel triennio pari ad un aumento sulla media di 167,56 €) in grado di far recuperare ai lavoratori la perdita del potere d’acquisto, avere maggiore flessibilità negli orari di lavoro, maggiori tutele contro gli infortuni sul lavoro.

Tra molti importanti punti, si richiede inoltre l’allargamento del Fondo Cometa a tutti i lavoratori a carico dell’Azienda, l’introduzione di un secondo gestore per l’assistenza sanitaria integrativa (Metasalute) al fine di togliere il monopolio.

La piattaforma comune sarà messa al vaglio di quadri sindacali e lavoratori. Al termine della consultazione, che terminerà il 26 settembre, la piattaforma unitaria sarà inviata a Federmeccanica e Assistal.

Infine, la Fismic Confsal ha proposto alle altre sigle sindacali metalmeccaniche di promuovere un tavolo permanente per monitorare l’andamento del confronto contrattuale e valutare eventuali azioni a sostegno delle nostre rivendicazioni.

Il segretario generale Fismic Confsal Roberto Di Maulo giudica "molto importante che tante sigle del mondo autonomo abbiano trovato convergenza su un unico testo da inviare alla controparte in quanto viene a crearsi in questo modo un forte fronte comune che potrà battersi con maggiore forza contro qualunque tentativo di egemonismo nella rappresentanza del mondo del lavoro da parte dei sindacati tradizionali ed anche con maggiore efficacia nei confronti qualunque tipo di discriminazione arbitraria che vorranno mettere in campo le controparti datoriali Federmeccanica ed Assistal."

La Fismic Confsal terrà una conferenza stampa in occasione dell’invio delle piattaforme contrattuali alla controparte datoriali.

TN


18 Settembre 2019
Powered by Adon