Il nuovo ministro dello Sviluppo, durante un incontro al Mise, ha chiesto di ritirare la procedura di cessione. Al niet degli amministratori di Whirlpool, ha chiuso bruscamente il confronto. Whirlpool, Patuanelli si scontra con l'azienda e chiude il tavolo al Mise

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8 9 10 111213 14
15 1617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

ELETTRODOMESTICI

Whirlpool, Patuanelli si scontra con l'azienda e chiude il tavolo al Mise


Il tavolo di confronto su Whirlpool si e' interrotto bruscamente questa mattina, in seguito a uno scontro tra il nuovo ministro dello Sviluppo, Stefano Patuanelli, e l'amministratore delegato di Whirlpool, Luigi La Morgia. Secondo fonti dello stesso Mise, il ministro, come precondizione per iniziare il confronto nel merito, ha chiesto all'azienda di rtirare la procedura di cessione'', e inoltre di ''scusarsi con i lavoratori e le istituzioni della Repubblica''. Gli amministratori di Whirlpool, a loro volta, hanno ribadito che la cessione non e' 'ritirabile'', e che l'unica soluzione e' la riconversione del sito. A quel punto, Patuanelli ha dichiarato concluso il confronto.

Ma non basta. Il Mise ha anche smentito l'Ad La Morgia, che uscendo dal ministero aveva confermato alle agenzie la posizione dell'azienda, e cioe' la riconversione dello stabilimento di Napoli come unica soluzione possibile, ma aveva anche definito ''costruttivo'' l'incontro di circa un'ora col ministro. ''Non e' stato affatto un incontro costruttivo'', ha replicato poco dopo il Mise.

TN


20 Settembre 2019
Powered by Adon