Nell’incontro con i sindacati il presidente del Consiglio ha sottolineato la volontà di realizzare una manovra non in modo autoreferenziale, una manovra che sia il più possibile espansiva all’interno di un quadro economico internazionale difficile Conte a sindacati, dobbiamo lavorare fianca a fianco

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345
67891011 12
13141516171819
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

MANOVRA

Conte a sindacati, dobbiamo lavorare fianca a fianco


"Il quadro economico internazionale si conferma difficile, la guerra dei dazi e le tensioni commerciali sono ormai anche per noi una questione molto attuale". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, secondo quanto si apprende, incontrando i sindacati confederali a Palazzo Chigi.

"Nell`impostare la manovra, pur tutelando la solidità dei conti pubblici, abbiamo cercato di essere quanto più espansivi possibili in questo contesto", ha aggiunto.

Il premier ha spiegato come "evitare l`aumento delle clausole già di per sé ha un forte impatto, che andrà a sommarsi anche alle misure di sostegno ai redditi familiari, come anche il taglio al cuneo fiscale su cui oggi inizieremo a ragionare più dettagliatamente, e anche a una meticolosa azione di sblocco degli investimenti ancora fermi".

"Un`altra direzione del Governo è quella di sbloccare gli investimenti e accelerare la spesa su questo fronte", ha aggiunto.

"Non vogliamo realizzare la manovra in maniera autoreferenziale: dobbiamo lavorare fianco a fianco per costruire un`Italia più equa, più verde, più inclusiva e che riattivi il motore della crescita economica e dello sviluppo sociale", ha concluso il presidente del Consiglio

TN


07 Ottobre 2019
Powered by Adon