Cgil, Cisl e Uil valutano positivamente l’incontro avuto oggi con il premier Conte, e sottolineano come sarà dai prossimi tavoli tecnici che si potrà capire quale sarà l’idea di base che il governo vorrà tracciare nella legge di Bilancio Sindacati, si è avviato un confronto vero, ora al via i tavoli tecnici

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
12345
67891011 12
13141516171819
2021 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

MANOVRA

Sindacati, si è avviato un confronto vero, ora al via i tavoli tecnici


"Si è avviato un confronto vero". Ora partiranno una serie di tavoli tecnici su diversi temi, tra cui il taglio del cuneo fiscale, i contratti del pubblico impiego, le pensioni, "per preparare un incontro la prossima settimana che verrà fatto a Palazzo Chigi prima che vengano assunte le decisioni sulla legge di stabilità". Così il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini dopo l'incontro a Palazzo Chigi tra il premier e i sindacati.

"L'incontro si è concluso fissando un calendario molto stretto di altri incontri che vogliono affrontare temi precisi: il taglio del cuneo fiscale e la riforma fiscale e ci sarà un incontro di approfondimento giovedì, la questione delle pensioni in senso generale che riguarda sia il sistema pensionistico che la questione della rivalutazione delle pensioni sia la questione della non autosufficienza che ci sarà venerdì, un nuovo incontro all'inizio della prossima settimana sugli investimenti, il mezzogiorno e le politiche industriali e c'è un approfondimento tecnico che si svolgerà già stasera per quel che riguarda il rinnovo dei contratti del pubblico impiego", ha spiegato Landini. “Quindi - ha sottolineato - si avvia un confronto serrato".

La segretaria della Cisl, Annamaria Furlan, afferma "che da oggi ufficialmente è iniziato il nostro confronto sulla legge finanziaria, la prima cosa che abbiamo precisato è che il tavolo di confronto è questo perché ogni giorno leggiamo sui giornali e sentiamo in Tv le dichiarazioni di tanti che parlano della Finanziaria, se va bene fare o no il cuneo, se dobbiamo togliere quota 100". Invece, "Ci vuole chiarezza e rispetto per le trattative che stiamo facendo".

"Il confronto va fatto e bisogna capire cosa già oggi si può portare a casa con questa finanziaria che è importantissima ma anche in prospettiva che tipo di progetto Paese ci diamo. Serve una riforma fiscale complessiva e vogliamo un tavolo certo su questo. Quota 100 rimane ma siccome quota cento lascia aperti alcuni problemi che già avevamo evidenziato, deve partire un confronto chiaro per una previdenza più equa per tutti", ha detto Furlan.

"Il cuneo fiscale è importantissimo, il taglio al cuneo fiscale nelle buste paga va fatto eccome, quello che noi chiediamo è che sia più robusto, che ci siano più risorse" di quelle annunciate dal governo. "Abbiamo chiesto anche un segnale importante per le aziende e gli anziani e quindi lo sblocco della rivalutazione delle pensioni", ha spiegato.

Per quanto riguarda gli investimenti, "devono avere un cronoprogramma preciso, bisogna sapere quando si sbloccano i fondi e si fanno davvero le opere".

I tavoli tecnici, che partono da stasera, "dovranno esaminare tutte queste questioni partendo dalla proposta del governo ma anche dalle proposte belle chiare della nostra piattaforma".

Per Carmelo Barbagallo, segretario generale della Uil, "'incontro è andato bene, sul metodo andiamo benissimo. Da oggi pomeriggio si attivano i tavoli tecnici su alcune questioni, la valutazione la faremo sul risultato finale". "Abbiamo detto che i soldi per il cuneo fiscale ci sembrano pochi", ha poi detto Barbagallo, aggiungendo che ci sarà un tavolo anche sulla "rivalutazione delle pensioni".

Come valutazione generale il confronto sta proseguendo e questo è importante", ha concluso.


07 Ottobre 2019
Powered by Adon