L’appello, sottoscritto da esponenti del mondo della cultura e della politica, contesta la risoluzione del Parlamento europeo approvata a grande maggioranza il 19 settembre scorso, sull’ ”importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa”, nella quale viene equiparato nazismo e comunismo Transform presenta l’appello “per il rispetto della memoria e della storia”

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
123456 7
8 9 10 111213 14
15 1617 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

CULTURA

Transform presenta l’appello “per il rispetto della memoria e della storia”


L’appello di Transform Europe, sottoscritto da esponenti del mondo della cultura e della politica, “per il rispetto della memoria e della storia”, contesta la risoluzione del Parlamento europeo approvata a grande maggioranza il 19 settembre scorso, sull’ ”importanza della memoria europea per il futuro dell’Europa”, nella quale viene equiparato nazismo e comunismo.

Per i firmatari dell’appello si tratta di un atto politico e culturale sbagliato e da respingere con forza per due motivi.

In primo luogo perché non spetta a un organismo istituzionale o politico affermare una determinata ricostruzione della storia. In secondo luogo, spiegano i firmatari, le affermazioni riguardanti la storia del Novecento presenti nella risoluzione contengono errori, forzature e visioni unilaterali che sono inaccettabili.

Per questi mottivi Transform! ha pensato di convocare una assemblea pubblica sulla base dei temi dell’appello, per venerdì 11 ottobre, dalle ore 14 alle ore 19, a Roma, presso l’Auditorium di via Rieti 11.

TN


09 Ottobre 2019
Powered by Adon