Nel convegno che si terrà il 21 ottobre “Contratto nuovo o nuovo contratto? Il contratto collettivo nazionale dirigenti industria 2019/2023”, Federmanager presenterà tutte le novità del contratto a partire da pari opportunità, welfare e formazione Federmager Emilia-Romagna riunisce i dirigenti sul nuovo contratto

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
345678 9
101112131415 16
17 1819 20 2122 23
24 25 26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

DIRIGENTI

Federmager Emilia-Romagna riunisce i dirigenti sul nuovo contratto


Lunedì 21 ottobre Federmanager Emilia Romagna, Associazione dei manager, dirigenti, quadri e alte professionalità, organizza il Convegno “Contratto nuovo o nuovo contratto? Il contratto collettivo nazionale dirigenti industria 2019/2023”, in programma dalle 16 alle 19 presso l’hotel NH Bologna Villanova in via Villanova 29/8 a Villanova di Castenaso, alle porte di Bologna.

L’incontro, rivolto ai circa 12.600 manager dell’Emilia Romagna e aperto a tutti, sarà un’occasione di confronto e approfondimento sul nuovo contratto nazionale, recentemente sottoscritto. Cosa cambia nella vita lavorativa della figura del manager? Quali saranno le nuove politiche innovative nell’ambito delle tutele e del welfare?

L’accordo che rinnova il CCNL dei dirigenti di aziende produttrici di beni e servizi è stato firmato da Federmanager e Confindustria il 30 luglio scorso. Il nuovo contratto decorre dal 1° gennaio 2019 e ha una durata di 5 anni, con scadenza 31 dicembre 2023 e si applica a tutto il management italiano operante nel settore industriale.

Apre i lavori e introduce Andrea Molza, Presidente Federmanager Emilia – Romagna e Federmanager Bologna – Ravenna, che spiega: “Nel corso del convegno verranno approfondite le principali novità, che riguardano i capitoli della retribuzione, la gamma di tutele previste in caso di malattia, non autosufficienza, invalidità e morte, il sistema di welfare contrattuale (previdenza complementare, assistenza sanitaria integrativa, politiche attive del lavoro, formazione). Un articolo ad hoc è stato intitolato a un tema molto attuale legato alle differenze di genere, quello delle pari opportunità.”

Il primo intervento è  di Valter Quercioli, a capo della delegazione che si è occupata del rinnovo del CCNL e Presidente di Federmanager Toscana, sul tema “La genesi del nuovo CCNL e la storia del rinnovo”.

A seguire Mario Cardoni, Direttore Generale Federmanager, entrerà nel vivo dei contenuti del nuovo contratto, con una relazione dal titolo “Nuovo CCNL – Un contratto che innova migliorando”.

Dopo l’intervento dei relatori, si apre il dibattito e il pubblico può intervenire con domande e riflessioni.

Infine un’anteprima, il Direttore dell’Istituto Carlo Cattaneo e studioso di economia applicata Maurizio Morini illustra  i primi risultati  della ricerca “Il lavoro del futuro a Bologna e in Emilia Romagna”, che indica i primi temi dell’agenda dei dirigenti di impresa e riflette sulla managerialità del territorio.

La ricerca è partita dai numeri globali: secondo il World Economic Forum, entro il 2025 la robotica sostituirà a livello globale oltre 80 milioni di attuali posti di lavoro, ma se ne creeranno 125 milioni in nuove professioni. E serviranno mediamente oltre 25 giorni/anno di formazione sui ruoli “in essere” per gli aggiornamenti di conoscenza e competenza.

TN


14 Ottobre 2019
Powered by Adon