Per il ministro dell`Economia Roberto Gualtieri, sulle pagine del Sole 24 Ore, l’obiettivo è quello di proseguire con la riduzione della pressione fiscale che già avviamo quest`anno e che vogliamo realizzare, a differenza della Lega, tenendo fermo il principio della progressività delle imposte Manovra, Guatieri: proseguire con riduzione pressione fiscale

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2
345678 9
101112131415 16
17 1819 20 2122 23
24 25 26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

FISCO

Manovra, Guatieri: proseguire con riduzione pressione fiscale


"L`obiettivo è quello di proseguire con la riduzione della pressione fiscale che già avviamo quest`anno e che vogliamo realizzare, a differenza della Lega, tenendo fermo il principio della progressività delle imposte.
Lo porteremo avanti con tre motori. Il rilancio della crescita, la riduzione del costo degli interessi che è il capitolo più inefficiente della spesa pubblica, e affrontando il grande tema dell`evasione fiscale che ha cifre insostenibili per un Paese moderno", ha detto il ministro dell`Economia Roberto Gualtieri sul Sole 24 Ore.

"Sugli interessi abbiamo già raggiunto risultati importanti, ieri lo spread ha chiuso a 131 punti, dai 135 di ieri, e nelle scorse ore era sceso sotto i 130 come non accadeva dal maggio 2018. Ma puntiamo a fare molto di più. E sull`evasione stiamo mettendo in campo un importante pacchetto che con il piano per i pagamenti digitali punta a promuovere la modernizzazione del Paese".

"Tecnicamente, le misure antievasione valgono tre miliardi di gettito, e nel Dpb abbiamo inviato a Bruxelles un`analisi puntuale e dettagliata di ogni intervento. Le stime di gettito sono state elaborate una per una con le agenzie fiscali, e in tutti i casi abbiamo scelto di mettere il dato più prudente della forchetta".

"Al momento della Nadef non disponevamo di alcuni dati per la ragione semplice che i versamenti dei soggetti Isa erano stati spostati al 30 settembre. Per questo abbiamo fatto stime iperprudenti, superate dall`arrivo degli incassi effettivi. Ora quindi ridurremo del 10% gli acconti che si pagano nel 2019, rimodulando il saldo dell`anno prossimo. Questa misura riguarda entrate per 1,5 miliardi, mentre gli altri 1,5 miliardi sono strutturali e dipendono appunto dagli effetti di compliance che hanno fatto crescere anche gli incassi di quest`anno".

E sul cuneo fiscale Gualtieri aggiunge: "I tre miliardi a disposizione per quest`anno, e i sei a regime, saranno concentrati sui lavoratori, come del resto ci è stato chiesto sia dai sindacati sia da Confindustria. In questi giorni siamo riusciti a trovare le risorse per raccogliere l`invito ad incrementare il peso del taglio e dare più sostanza macroeconomica alla misura. Sulle sue modalità attuative stiamo lavorando d`intesa con il ministero del Lavoro, e confrontandoci con le parti sociali, per valutare nel modo migliore la platea e le modalità di applicazione".

E.G.


17 Ottobre 2019
Powered by Adon