Presidi dei lavoratori a Fiumicino, Linate e Malpensa contro il perdurare dello stato di crisi delle due compagnie Sindacati, domani sciopero di 24 ore Alitalia e Air Italy

Il guardiano del faro

notizie del giorno

›› tutte le notizie

I Blogger del Diario

›› tutti gli interventi

calendario

DoLuMaMeGiVeSa
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30

dalle istituzioni

newsletter

link

argomenti

Galleria fotografica

Galleria fotografica

TRASPORTO AEREO

Sindacati, domani sciopero di 24 ore Alitalia e Air Italy


Domani sciopero nazionale di 24 ore nel trasporto aereo che interesserà piloti, assistenti di volo e personale di terra di Alitalia e Air Italy, nel rispetto delle fasce di garanzia 7-10 e 18-21. Lo sciopero è stato indetto unitariamente da Filt-Cgil, Fit-Cisl e Uil Trasporti.

Alla base dello stato di agitazione il perdurare delle crisi Alitalia e Air Italy, per una riforma del comparto che intervenga nella concorrenza tra imprese del settore, per norme specifiche contro il dumping contrattuale e per il finanziamento strutturale del Fondo di Solidarietà di settore.

“Per quanto attiene Alitalia - spiega la Federazione dei Trasporti della Cgil - rigettiamo ogni ipotesi di spezzatino, chiediamo un piano industriale di vero rilancio che garantisca investimenti e crescita, senza sacrifici sul fronte del lavoro. Per Air Italy chiediamo il rispetto degli impegni presi con il piano industriale e l’applicazione del contratto nazionale di settore come riferimento minimo”.

“In occasione dello sciopero - informa infine la Filt Cgil - si terranno presidi unitari nei principali aeroporti, come a Roma Fiumicino, presso il Terminal 1, a partire dalle 10, a Linate presso il briefing ed a Malpensa al Terminal 1”.

Per il segretario generale, Claudio Tarlazzi, e il segretario nazionale, Ivan Viglietti, della Uiltrasporti “Il Governo deve intervenire senza ulteriori indugi per favorire la tutela e lo sviluppo di tutto il settore del trasporto aereo nazionale, che non può fare a meno delle compagnie italiane come Alitalia ed Air Italy, per garantire la stabilità e lo sviluppo di un settore strategico per l’economia, il turismo, la mobilità e l’occupazione.

TN


12 Dicembre 2019
Powered by Adon